Il Blog del Redattore

"Gold Diggers & Co."

Scritto da Il Redattore on .

Salve a tutti, cari amici del Trombodromo. Oggi, come avrete potuto intuire dal titolo, parleremo di Gold Diggers; ma anche di "Lapperine" e "Puttane a cliente unico" oltreché naturalmente di donne che la danno in cambio di denaro in generale.

Inizierei con l'inquadrare meglio il termine Gold Digger, che in italiano significa letteralmente Cercatore D'oro, o nel caso specifico, al femminile: Cercatrice d'oro, ovvero Cacciatrice di Dote e definizioni affini. Che si tratti di prostitute ambiziose o di "brave ragazze", l'obiettivo di queste fanciulle sarà sempre e solo quello di trovare un uomo ricco, o meglio ancora, molto ricco. Sappiamo tutti che generalizzare non è mai la cosa giusta da fare, ma in questo caso potremmo suddividere la grande famiglia delle "Cercatrici d'Oro" in 4 sottocategorie onde poter meglio capirne la logica le abitudini e le modalità d'ingaggio (che detto così forse suona anche brutto, ma tant'è...); comunque sia, questa è al solito la mia personale opinione basata su fatti, esperienze personali, racconti di amici e di amici degli amici; non prendete quindi tutto per oro colato(tanto per restare in tema), fatevi due risate, magari rifletteteci se l'argomento v'interessa o ha stuzzicato la vostra attenzione, ma poi pensate con la vostra testa, che poi è lo stesso consiglio che mi sento di dare a chi va per bordelli e affini. Le opinioni altrui possono essere utili e possono illuminare la via buia alla bisogna, ma la cosa più bella di un pensiero altrui è il poterlo confrontare con il proprio e trarne le appropriate conclusioni. (Ok, mi sto ingarbugliando su particolari inutili, lo so... Abbattetemiiii!Indeciso).

Ordunque, bando alle ciance e puntiamo il dito su quelle categorie di donne che del Cercar Dote e Denaro in quantità ne hanno fatto un'arte:

  • Gold Digger "Classica": Nonostante non rientri ufficialmente nella categoria delle cosiddette "pay", quando si tratta di irretire un uomo la classica gold digger non ha niente da invidiare alle prostitute professioniste in quando a tecnica di adescamento. A differenza delle professioniste del settore, non sempre la Gold Digger Classica si fa notare per la sua avvenenza o per l'estrema bellezza, infatti in questo caso la donna in questione può presentarsi come la classica ragazza della porta accanto e caccia le sue "prede" in ambienti insospettabili, dai centri storici ai musei, dalla strada ai negozi, dalla spiaggia alla pista da sci, ogni posto è buono per trovare il pollo pieno di soldi. La differenza più grande tra queste ragazze e quelle che si fanno pagare "a ore" è che queste Gold Digger Classiche sperano di sistemarsi in breve tempo e senza sbattersi (o farsi sbattere) troppo. Puntano direttamente al piatto forte; al pollo con le tasche piene che possa ricoprirle di denaro e agio per il resto della vita o comunque il più alungo possibile; poco importa se dovranno scopare, sposarsi, procreare e vivere con il sosia di fantozzi, con un perfetto idiota, con un vecchio maniaco o con la brutta copia di Mister Bean; ciò che conta è il denaro, e che sia tanto. Vi sono palesi casi di Gold Diggers sistemate con personaggi più o meno famosi, altre sono completamente anonime agli occhi dei più ma per chi ne conosce la storia personale è inevitabile giungere al verdetto finale: Gold Digger Confirmed. Quelle che riescono ad irretire il malcapitato di turno cercano in tutti i modi di sposarsi in fretta e di sfornare prole altrettanto in fretta per garantirsi la giusta rendita anche qualora il loro piano a lungo termine dovesse terminare prima del previsto. In molti casi il rischio di fallimento è dietro l'angolo, soprattutto per quelle Gold Diggers amanti del sesso oltreché del denaro, poiché essendo spesso ufficialmente accoppiate ad un surrogato di uomo che di decente ha soltanto il conto in banca, per soddisfare le loro esigente fisiche prima o poi si ritroveranno a farsi sturare le ovaie da un avvenente maschio da monta, che seppur non ricco godrà delle loro grazie senza impegno (la cosa strana è che prima di sistemarsi economicamente questa particolare farda cacciatrice di dote si guarda bene dal darla al primo bel fusto che capita, se privo di un grosso conto in banca, ma una volta raggiunto l'obbiettivo inizierà inevitabilmente a darsi alla pazza gioia scopando a destra e a manca con chi più le aggrada, ovviamente cercando di non farsi scoprire dal marito). Insomma, la "Gold Digger Classica" è un animale furbo, generalmente carina e accomodante con le proprie vittime, risulta altrettanto stronza con chi non ricopre una carica di prestigio o chi non ha una posizione di potere o non è famoso, e  di conseguenza tende ad essere diffidente nei confronti di chi non si presenta in abiti firmati / auto di lusso / accessori da migliaia di euro. Questa particolare "succhiasoldi" deve per forza di cose essere intelligente (o quantomeno sveglia) per poter attuare i suoi elaborati piani, ma sebbene come prima scelta punti sempre al belloccio con i soldi, spesso si ritrova a doversi accontentare dei soldi senza il belloccio...
  • Puttana a Cliente Unico: Categoria molto affine alla Gold Digger Classica, si differenzia da quest'ultima per il fatto che dichiara esplicitamente di essere in vendita al miglior offerente. Nella maggior parte dei casi la puttana a cliente unico inizia come semplice meretrice di medio/alto livello, poi a un certo punto della sua carriera si rende conto di poter mandare in pappa il cervello dei malcapitati clienti innamorati e sfrutta questa sua capacità per cercare di spillar loro cifre assurde che vanno ben oltre le solite "tariffe ordinarie". Anche in questo caso il fine ultimo è la sistemazione definitiva, ma essendo già delle oneste lavoratrici, se non trovano chi le mantiene per il resto della vita nel frattempo si accontentano di casuali polli da spennare fino all'ultimo cent. Non a caso si sente spesso parlare di uomini ridotti sul lastrico da presunte storie d'amore con giovani meretrici che sembravano ragazze sincere ma che improvvisamente hanno rivelato la loro vera natura di arpie assetate di sangue oltreché già fidanzate o sposate con lo pseudopappone di turno. La Puttana a Cliente unico la si può trovare sovente anche nei locali del genere SaunaClub FKK; qui infatti le giovani meretrici più ambiziose si danno da fare per fidelizzare i clienti più facoltosi che in molti casi le considerano a tutti gli effetti come le proprie fidanzate. Regali costosi, mance fuori da ogni logica di mercato, gelosie, illusioni e delusioni sono all'ordine del giorno per questi ingenui punter, e giacché le aspiranti Puttane a Cliente Unico sono ben consapevoli dei punti deboli di un uomo innamorato attendono il momento più propizio per sferrare il loro attacco finale che le porterà ad incassare cifre considerevoli con la promessa di un futuro insieme, di un amore duraturo e quant'altro. Le più "fortunate", ovvero non legate in qualche modo all'eventuale pseudopappone, riusciranno prima o poi a trovare il "riccone in cerca di una fidanzata poco convenzionale da mantenere a vita in cambio di sesso e attenzioni varie", e si dedicheranno a soddisfare lui e le sue voglie finché morte (o il prosciugamento del conto in banca) non li separi. Le altre, seppur con le stesse tecniche e modalità di approccio, forse non diventeranno mai Puttane a Cliente Unico ma continueranno comunque a coltivare con la stessa cura una cerchia ristretta di clienti bisognosi di affetto illusioni e false prospettive, a patto che siano pieni di soldi e molto, molto generosi con loro.
  • Le "Lapperine": Puoi trovarle in ogni night/streap/lap dance club del globo, disinibite, socievoli, spesso chiacchierone, sovente disposte ad incontri extra lavorativi con chi dimostra di essere molto generoso. Al pari delle suddette Puttane a Cliente Unico, anche le Lapperine sono maestre nell'arte di far perdere la testa agli uomini, ma a differenza delle loro "cugine" meretrici, loro ci riescono anche senza una vera e propria prestazione sessuale. Un privè dopo l'altro irretiscono i loro ammiratori con promesse, scambi di numero e storie strappalacrime al fine di apparire come ingenue pecorelle smarrite in cerca di affetto e redenzione, o di un uomo che le ami per l'eternità. Le più scaltre puntano in alto e, a costo di mandare a rotoli intere famiglie/aziende e in alcuni casi le vite dei malcapitati uomini, riescono spesso a raggiungere il proprio obbiettivo primario: Arricchirsi quanto più possibile. Altre cercano si il denaro, ma cercano anche una persona per sistemarsi a 360°, magari che sia un bell'uomo oltreché benestante; ovviamente non a tutte è concesso puntare così in alto, ma per qualche strana ragione alcune riescono nel loro intento e ben presto si dimenticano dei loro trascorsi da donnine nude nei locali più infimi del globo, atteggiandosi una volta sistemate a gran dame di corte (ovviamente dopo aver sfornato almeno un pargolo per assicurarsi il futuro) presso le loro ville al mare mentre il maritino (sfigato cronico nonché frequentatore incallito di "lap dance club" et similia) si da da fare per mantenere il tenore di vita della sua dama, ben consapevole che in caso di povertà questa lo lascerebbe senza pensarci troppo per trovarsi un altro pollo disponibile. Va detto che tra le lapperine ci sono anche quelle che svolgono il proprio lavoro in maniera più soft e distaccata, magari perché in momentanea crisi finanziaria o semplicemente perché hanno una naturale indole da puttana ma non sono abbastanza scaltre per sfruttarla appieno. Possiamo dire che in principio le lapperine rientrano sicuramente nella categoria Gold Diggers, poi alcune intraprendono la carriera di meretrice, altre cambiano totalmente mestiere (per limite di età o perché trovano un'occupazione che permette loro di guadagnare più o meno le stesse cifre pur rimanendo vestite) ed altre raggiungono l'obbiettivo sistemandosi a lungo termine per dimenticarsi il significato della parola "lavoro".
  •  Gold Digger "Esplicita": Categoria ambigua, a metà strada tra la "Classica" e la "Puttana a Cliente Unico". Queste femmine hanno le idee chiare su quale sia la via meno faticosa e più redditizia per sfruttare la loro arma segreta (leggasi Vagina, o Vulva, Pucchiacchia, Patata, Figa etc etc...) ovvero: Offrirla semplicemente al miglior offerente. Ovviamente non si mettono all'asta su ebay (anche se mi risulta che qualcuna l'abbia fatto davvero), bensì palesano la loro intenzione di volersi sistemare esclusivamente con un uomo ricco che possa garantire loro un tenore di vita elevato a 360°. Per questo motivo tendono a far conoscere la loro idea di Amore (per i soldi) a quante più persone possibile e possibilmente in ambienti frequentati appunto da uomini facoltosi. La Gold Digger Esplicita non si fa problemi a chiedere ad un possibile uomo ideale quanto guadagna, che auto possiede, quante case, dove come e perché, e in caso di test positivo (Soldiii!) si dimostra immediatamente disponibile (e pressante) nei confronti del suo principe azzurro, a patto che questo si dimostri altrettanto disponibile a farla vivere nell'agio per il resto dei suoi giorni. L'Esplicita, a differenza della Classica, non deve necessariamente elaborare piani diabolici al fine di far sembrare il tutto una cosa naturale e casuale; no, lei metterà in chiaro fin da subito la ragione del suo interesse per il maschio prescelto e per questo raggiungerà più in fretta il suo scopo finale; allo stesso tempo però non sarà esposta al duro lavoro ed ai rischi del mestiere(secchezza vaginale compresaRisatona) dell'aspirante "Puttana a Cliente Unico", il che le da un notevole vantaggio sulle sopracitate colleghe.

Dunque... Queste erano le quattro categorie esaminate (come al solito tra il serio e il faceto) per questo annoso e tanto chiacchierato argomento. Adesso, sperando di avervi intrattenuto e almeno un po' divertito, vi invito a partecipare al Sondaggione intitolato La Gold Digger più "Pericolosa" è: che è dedicato proprio a questo articolo e alle sopracitate categorie di Gold Diggers. Naturalmente non è niente di impegnativo e non siete obbligati a perdere dieci secondi della vostra vita (vagabondi cronici che non siete altroArrabbiato) per cliccare su una delle quattro opzioni presenti nella tabella che trovate qui di fianco (o da qualche parte in basso se navigate da smartphone et similiaTriste) ma, per puro spirito di collaborazione e soprattutto per far valere la vostra opinione, potreste anche farlo (MaledetteFaveDalleDitaMoncheLinguaccia).

Adesso, in attesa di novità prima durante e dopo le prossime festività natalizie, il vostro amichevole Redattore di quartiere vi saluta e vi augura una piacevole stagione invernale in giro per Trombodromi.

Ciaociao "FaveDorate!" Santarellino

FKK Močilnik - Slovenia

Scritto da Il Redattore on .

Živijo cari amici del Trombodromo!

Oggi, visto che ultimamente mi è stato segnalato da diversi "colleghi esploratori", voglio parlarvi di questo localino sloveno situato a Vrhnika, una piccola cittadina denominata anche Nauporto che si trova a circa 20km da Lubiana e 90km da Gorizia, quindi non esattamente alla portata di tutti ma nemmeno irraggiungibile.

Iniziamo subito col dire che la struttura è ben curata ma l'ambiente è medio-piccolo; in pratica c'è un'area principale che comprende il salone del bar contornato dai soliti immancabili divani, e la zona pranzo/buffet delimitata da "mezze pareti" in vetro. Al piano superiore un corridoio che si affaccia sulla sala bar comprende alcune nicchie dotate di letto e tendina, poi ci sono le camere. A completare l'offerta troviamo bagno turco e sauna con vista sulla piccola area esterna oltre a una grande vasca idromassaggio in veranda, e in particolare proprio quest'ultima sembra essere molto apprezzata dagli avventori in cerca di relax. Come già accennato il locale si presenta bene, e nonostante le dimensioni contenute risulta godibile poiché il numero dei clienti è relativamente basso, così come quello delle ragazze presenti che dovrebbero essere in media una decina o meno di varie nazionalità (quindi nessun monopolio da parte delle Draculine che qui sono in minoranza).

I prezzi: 60 Euro l'ingresso comprensivo di bevande analcoliche, buffet e servizi wellness. 70Euro per la mezz'ora in camera con le ragazze (ma vista la carenza di clientela dovrebbe esserci un certo margine di trattativa, soprattutto per gli abitué o per sessioni un po' più lunghe etc...) Dovrebbe esserci anche un servizio massaggi ma al momento, a parte il costo di 59 euro, non sono in grado di fornire ulteriori dettagli a riguardo. L'orario di apertura è 12:00 - 1:00 (Venerdì e Sabato 12:00 - 3:00 ).

Riassumendo, i punti forti di questo FKK Močilnik Wellness Center sono: Una buona struttura, non grande ma moderna vivibile e ben curata, il vascone idromassaggio, il prezzo d'ingresso non eccessivo, ambiente tranquillo e rilassato, la presenza di ragazze di varie nazionalità (comunque est europa). I punti deboli invece sono: Cibo di scarsa qualità, posizione scomoda (per chi arriva dall'Italia), prezzi delle "camere" non competitivi perché identici a quelli dei SaunaClub più grandi e conosciuti, poche ragazze e tra queste poche ancor meno sembrano essere le "maestre nell'arte del meretricio".

Quindi, se abitate sul confine o bazzicate la zona per altri motivi, o semplicemente vi piace esplorare nuovi lidi, può valere la pena fare un salto nei boschi in quel di Vrhnika; in caso contrario, alla stessa distanza o anche più vicino, ci sono FKK ben più collaudati e grandi, con un "catalogo" di ragazze molto più fornito e un prezzario molto simile.

In attesa di ulteriori novità, o di un improbabile sopralluogo in prima persona, questo è tutto ciò che posso dirvi e per il momento il Mocilnik wellness center non verrà inserito tra le schede nell'apposita sezione Info-Trombodromi. Nel frattempo vi auguro come al solito buon divertimento e già che ci sono vi anticipo che a breve arriverà un nuovo "sondaggione" riguardante un argomento sempre molto discusso e delicato ovvero l'eterno confronto: Puttanieri da Fkk vs Amanti di "Lapperine" e affini. SorpresoLinguaccia

 

...Ciao ciao "FaveEsplorative"! Santarellino

"Pensieri Random di un Puttaniere" #4.1

Scritto da Il Redattore on .

"L'illuminazione"

Era una notte di fine maggio del 2013, stavo tornando a casa dopo aver trascorso la nottata precedente e la giornata appena conclusa a casa di una tipa di Mantova con la quale avevo un vago rapporto di amicizia e un forte legame di "sesso selvatico"; una grandissima maiala di trent'anni che non aveva paura di niente e non ne aveva mai abbastanza. Era piacevole trascorrere del tempo in sua compagnia di tanto in tanto... In quel periodo, un po' di tempo prima, conobbi in quel di Firenze una ben più giovane ragazza turca. Ovviamente io e la lingua turca non ci eravamo mai nemmeno incrociati per errore, ma tecnicamente lei era un'insegnante d'inglese nonché appassionata di lingue in generale, quindi comunicare non fu affatto un problema. Tralasciando la stravagante occasione che mi ha permesso di incontrarla e parlarci la prima volta, posso dire che nonostante i circa tredici anni di età che ci separavano c'è stato fin da subito un buon feeling e nel poco tempo che è rimasta qui in Italia abbiamo avuto modo di conoscerci meglio, non solo a parole e non soltanto fisicamente. C'era tutta un'alchimia particolare che la rendeva unica e particolarmente interessante ai miei occhi, e lo stesso doveva essere per lei, poiché da allora...

"Pensieri Random di un Puttaniere" #4

Scritto da Il Redattore on .

"Quarantenni e Carne Fresca"

Un paio di sere fa, come accade ogni giorno da circa un mese, ero impegnato a far niente sul divano dopo una dura giornata di lavoro in cerca di qualsivoglia ispirazione per portare avanti i miei scritti e affrontare il triste autunno che come ogni anno in un lampo ha spazzato via le lunghe calde giornate estive. Un amico di scorribande mi invia un messaggio: "Guarda un po' qui che hanno scritto e fatti due risate". Apro il link allegato al messaggio e mi trovo su un noto forum frequentato in prevalenza da puttanieri (ma anche no), quindi leggo il titolo del topic in questione che in sostanza dice: "Secondo voi, qual'è il miglior paese dove trovare giovani ragazze maggiorenni interessate ai quarantenni?". Leggo un po' dei messaggi scritti dagli utenti e mi rendo conto che molti vivono di pregiudizi, altri si atteggiano a latin lover di lungo corso ed altri ancora millantano viaggi intorno al mondo e conquiste in ogni dove(ma in realtà per quel che scrivono danno proprio l'impressione di non aver mai spostato il culo dal nostro disgraziato Stivale). Continuo a leggere e non so se ridere o rattristarmi di cotanta scemenza; sono quasi tentato dal rispondere al quesito a modo mio, ma alla fine decido che...

MiniTour Estivo 2016 - Giorno 4: Marina

Scritto da Il Redattore on .

L'arrivo in albergo la sera prima entro la mezzanotte mi ha permesso di riprenere le forze dopo questi tre giorni di tromberie e di svegliarmi presto per godermi un'ottima colazione a base di Tutto. È l'ultima tappa del giro, e secondo i miei piani iniziali sarei dovuto arrivare qui dopo una seconda visita "defaticante" al CasaCarintia, ma così non è stato. Sono reduce da una giornata breve ma intensa in quel di Villach, il budget previsto per le varie mete è stato già ampliamente sforato e il piano iniziale se n'è un po' andato a affanculo. Oltretutto mi è stato riferito che la mia ex Andiamina preferita dovrebbe essere presente, e se mi prende bene, giacché è un po' che non la trombo c'è anche il rischio che le altre ...

MiniTour Estivo 2016 - Giorno3: Andiamo

Scritto da Il Redattore on .

Il tepore del sole mattutino della Carizia mi lambisce le punte dei piedi sul bordo del letto, la tenda della camera d'albergo è rimasta completamente aperta ed io sono rimasto disteso nella stessa posizione dalla sera prima, quando mi sono addormentato ripensando alle accoglienti vulve delle signorine incontrate al Paradise di Graz. L'acqua che invadeva il balcone nei giorni precedenti è ormai scomparsa e finalmente riesco a godermi il panorama esterno senza rischiare di affogare nella pioggia. Finisco di svegliarmi con calma sotto la doccia e recupero le mie cose in giro per la stanza, poi ringraziando per l'ottima ospitalità saluto l'albergatore e almeno metà della sua famiglia, quindi percorrendo il lungo lago mi avvio verso il centro di villach per una passeggiata. La città brulica di turisti e di abitanti del posto che lavorano per ospitarli e saziarli e intrattenerli; tra il via vai di gente di ogni età ed etnia incrocio anche alcune bellezze locali, ed altre che probabilmente lavorano nei locali ma locali non sono, e sovente capita di trovare le Andiamine a passeggio per le stradine di Villach al mattino, ma questa volta non ...

MiniTour Estivo 2016 - Giorno 2: Paradise

Scritto da Il Redattore on .

Il secondo giorno riapro gli occhi nella penombra della mia camera d'albergo sperando che fuori la situazione in cielo sia migliorata, mi lancio pimpante verso il balcone, scanso la tenda e penso: "Maremma'mpestataCane diluvia". Mi rassegno all'idea di viaggiare ancora un po' sotto l'acqua e verso le due mi metto in marcia verso Graz con poco più di dieci gradi fuori e una maglia addosso che mi sembra di essere già quasi a natale piuttosto che a ferragosto.
Il Paradise apre alle 3 del pomeriggio e quindi non ho alcuna fretta. Arrivo li verso le quattro dopo una breve sosta perché tra nebbia e pioggia a un certo punto non vedevo più la strada e ho deciso di prendermi una pausa. Il locale si trova in una stradina secondaria un po' imboscata, ma appena arrivi vedi subito che sei nel posto giusto, e te ne accorgi perché ti trovi davanti un edificio bianco e pomposo che su ogni lato ha la scritta "PARADISE" in caratteri enormi. Parcheggio comodo a pochi metri dalla porta d'ingresso, suono e ...

Minitour Estivo 2016 - Giorno 1: Casa Carintia

Scritto da Il Redattore on .

Martedì 9 Agosto 2016, Firenze e dintorni.Il vostro amichevole Redattore di quartiere si sveglia alle nove e con molta calma punta verso nord, Austria, Carinzia, più o meno a Villach. Per la prima tappa di questo minitour estivo 2016 ho scelto il CasaCarintia, in parte perché è sempre stato un valido punto di partenza per rilassarsi prima di raggiungere altre mete più caotiche, ma soprattutto perché era da troppo tempo che non tornavo in quel di Feldkirchen a far visita alle ciCCine. Questa volta con le solite ottime offerte di Booking.com ho trovato una bella camera con balcone in un albergo sul Wörthersee per una spesa di circa 40€ a notte, ovvero poco più di ottanta per me che resterò in austria tre giorni. Il meteo non è molto favorevole, e più mi sposto verso nord più il cielo si fa scuro; alla fine arrivo di fronte al CC (Casa Carintia per i profani) verso le cinque del pomeriggio con un discreto acquazzone in arrivo e una temperatura esterna di sedici gradi; e siamo in pieno agosto. Il ragazzo crucco in reception, appena si rende conto che sono italiano non mi da nemmeno il tempo di dire che possiamo comunicare in inglese e subito chiama Edith che ...

ANDIAMO 0 - MARINA 1 (Seconda parte, Nova Gorica)

Scritto da Il Redattore on .

Il secondo giorno di questo tiratissimo weekend mi sveglio senza una ragione precisa intorno alle otto. Ho dormito più o meno tre ore e mezza ma non mi sento poi così stanco. Tiro giù dal letto anche Gianni e andiamo giù a far colazione prima di rimetterci in strada per raggiungere la Slovenia. Ne approfitto per darmi al doping in vista della seconda tappa affidandomi all'ormai collaudato ed efficace GoldMax (che se come me odiate il fastidio del preservativo e fate più di due o tre camere in tempi relativamente brevi lo consiglio poiché aiuta molto a non perdere il giusto "slancio" per divertirsi fino alla fine della giornata Fico).  L'idea sarebbe quella di arrivare per l'apertura del Marina, ovvero alle 11, ma alla fine entriamo poco dopo mezzogiorno. Il mio amico vorrebbe lanciarsi subito sul cibo, io invece ho voglia di caffè. Le ragazze arrivano in ordine sparso, altre arriveranno nel tardo pomeriggio, e Miriam come spesso accade è la prima a presentarsi al bancone del bar: "Ciao amorini!" - "Ciao Miriam..." - "Tutto bene?" - "Si si, grazie, siamo appena arrivati" - "Che facciamo? Andiamo a fare l'Ammmore?" - "No, Grazie Miriam, bevo il caffè e poi vado fuori a fumare" - "Ok, allora ci vediamo dopo" - "E chi lo sa, forse si, forse no." - "Ahahahah, ok"; e se ne va.

Esco in zona piscina e...

ANDIAMO 0 - MARINA 1 (Prima parte, Villach)

Scritto da Il Redattore on .

Weekend di rientro nel girone infernale dei Trombodromi di confine. Sabato Andiamo, Domenica Marina. Albergo prenotato all'ultimo minuto, a Villach, praticamente all'inizio dell'area pedonale (e prima di passare alle cose serie devo ringraziare come sempre l'ottimo servizio di Booking che per 80 euro mi ha trovato al volo una confortevole doppia in centro, colazione compresa). In compagnia del buon Gianni che mi accompagnerà per i prossimi due giorni decido di fermarmi a Tarvisio per una buona cena a base di cervo, porcini, ed altre cosette poco saporiteImbarazzato, il giusto pretesto per giustificare quel maledetto litro di buon vino col quale ci siamo dissetati. In serata, bruciando credo un paio di semafori lungo il tragitto, adagio la trombomobile più o meno davanti la porta d'ingresso, rimetto le mie infradito preferite ai piedi e constatando che il parcheggio è molto ma molto vuoto mi fiondo dentro per il solito rituale d'entrata che non eseguivo in quel di Villaco dall'ormai lontano 31 Dicembre scorso...

Altri articoli...

In questo sito utilizziamo i cookie per monitorare i dati di navigazione degli utenti. Continuando la navigazione, dichiari di essere consapevole ed accetti l'utilizzo dei cookie.