In Evidenza

"FKK di Confine - Qual'è il vostro prediletto?"

Scritto da Il Redattore.

E siamo di nuovo a settembre... La transumanza dei vacanzieri è agli sgoccioli, e anche gli adorati Trombodromi a ridosso dei nostri confini dopo aver goduto delle abbondanti presenze dei villeggianti, che in occasione delle ferie d'agosto si trasformano in frequentatori di FKK, ritornano ad avere la loro clientela piu' o meno abituale. Nel mese di agosto dello scorso anno, il locale più gettonato e invaso da "turisti" e non, è stato senza dubbio l'Andiamo di Villach. Ricordo ancora la coda di gente in attesa fuori dal locale, cosi' come quei due poveri cristi che verso le sei di sera erano ancora nel parchegio ad aspettare che si liberasse qualche posto in spogliatoio per entrare... Chissà se poi ci sono riusciti. Per quanto mi riguarda feci loro gli auguri e ripiegai sul Casa Carintia per poi tornare il giorno seguente alll'orario di apertura(e per fortuna l'afflusso di orsi fu un po' meno esagerato rispetto al giorno precedente). Ma nel corso di quest'anno ci sono state numerose novità, tra le quali spiccano per importanza le aperture di ben due nuovi locali a pochi passi dall'italico suolo, il Wellcum in Austria ed il Marina Club in Slovenia. Questo ha portato ad un inevitabile frazionamento della clientela ed avendo visitato i quattro trombodromi sopracitati, devo ammettere che i clienti non mancavano, o comunque erano proporzionati all'offerta di Girls a disposizione all'interno del locale. Ma come cantavano i Righeira quand'ero piccolo, "l'estate sta finendo" e tutto tornerà alla normalità, quindi qui al Trombodromo siamo curiosi di sapere dove andrete a riscaldarvi durante le fredde serate invernali che stanno per arrivare, e a tal proposito ho preparato per voi un nuovo Sondaggione, che si concluderà il 30 settembre e che trovate qui a destra da qualche parte (o in basso se state leggendo da smartphone e affini) nel quale potrete, anzi, dovreteArrabbiato votare il vostro preferito tra i 6 fkk di confine in lista che sono stati scelti considerando un tempo massimo di una mezz'ora io giu' di li per raggiungerli una volta entrati in terra straniera. I concorrenti in gara, oltre ai quattro già nominati sono il Babylon di Klagenfurt ed il Circolo Passion di Innsbruck. E' palese che il Babylon parta in svantaggio in quanto meno frequentato dalle masse, ma sembrava doveroso inserirlo e sono certo che avrà comunque il suo numero di affezionati avventori. Infine, vi rammento che il precedente sondaggio sui vostri gusti in fatto di Tette, ha avuto come vincitrici assolute le amatissime "Puppe a pera" che con circa un terzo delle preferenze totali hanno confermato quanto un bel paio di tette genuine e "caserecce" siano sempre appetibili e ambite. Ah, per i curiosi, io avevo votato per le "tettine" che hanno raggiunto solo un misero quarto postoTriste, e stavolta il mio voto andrà al.... No, non ve lo dico, lo saprete solo alla fine, ora devo proprio andare...

Ciaociao "FaveSconfinanti!" Santarellino

"Magliette in arrivo!"

Scritto da Il Redattore.

Ho il piacere di presentarvi in anteprima il logo del "Trombodromo Store":

Ok, non è niente di speciale ma dovrebbe svolgere il suo lavoro e la sua presentazione è attinente a quanto sto per scrivere, quindi andiamo avanti...Fico

Si tratta ne più ne meno di un piccolo negozio online per il quale ci siamo appoggiati ad un'azienda leader del settore T-shirts Abbigliamento e Gadgets personalizzabili etc..etc...

Questo piccolo progetto ha richiesto non poco "Cosare di Cervello" per le nostre menti perennemente offuscate dalla Topa Sorpreso, ma alla fine ci siamo riusciti, ed entro la giornata di domani, lo Store verrà integrato in qualche modo anche qui nel sito principale affinchè, nel caso vogliate dargli un'occhiata, non dobbiate sbattervi più del necessario. Bocca danarosa

Al momento gli articoli(e i disegni) disponibili non sono molti, abbiamo però cercato di coprire una buona parte delle tipologie di prodotti che il nostro partner può offrire(tipo i boxer da mostrare al vicino d'armadietto nei Trombodromi FKK)Linguaccia, in modo tale che possiate farvi un'idea di cosa stiamo parlando. Ma come al solito non ci fermiamo (quasi) mai, e nei prossimi giorni/mesi saranno disponibili altre stravaganti grafiche partorite dalle nostre menti malate (o anche dalle vostre, nel caso qualcuno abbia un'idea da proporre e non sia troppo impegnato a copulareRisatona).

Non mi resta che invitarvi a dare uno sguardo e lasciate pure un commento se avete da proporci le vostre idee o critiche o suggerimenti o insulti, ma anche sorelle fidanzate e mogli (dell'altri ovviamente). Insomma, i ove l'ho detto, ora fate un po' come vi pare.

...Ciaociao "FaveDaRegalo!" Santarellino

"4 FKK in 3 Giorni - MARINA CLUB"

Scritto da Il Redattore.

Per il gran finale del tour estivo ho scelto questo nuovo Trombodromo in Slovenia, ragion per cui, in questo intenso venerdi' 22 agosto, dopo aver goduto di una sola camera al Wellcum, in circa un'ora e un quarto(viaggiando a velocità smodata ma sempre in sicurezza), raggiungerò il Marina SaunaClub di Nova Gorica.

Giorno 3: MARINA

La strada dall'Austria alla Slovenia scorre via liscia mentre in un lungo flashback ripenso alla precedente visita al Marina fatta in compagnia del solito "PrimoCittadinoOnorario". L'altra volta infatti era aperto da appena una settimana ma ricordo con piacere le notevoli presenze(quasi tutte ex Andiamine) e le "battaglie" che ho fatto con la simpatica Scarlett e in particolar quella con la Soraya che insieme alle altre si era trasferita al Marina ma che poi ho ritrovato nuovamente all'Andiamo, quindi oggi non ci sarà. Ed è ripensando proprio a lei che mi mangio un po' le mani per non averla riportata in camera anche quest'ultima volta in quel di Villach. Eh si, perchè l'ultimo incontro con Soraya è stato molto appagante e condito da un episodio abbastanza singolare(in questi frangenti) che mi ha divertito e un po' "lusingato". In pratica accadde che:

L'avevo conosciuta tempo prima in Andiamo ma non avevo mai approfondito perchè il suo atteggiamento in quanto a conversazione o atteggiamenti da "fidanzatina" è prossimo allo zero, però fisicamente c'è poco da commentare, per i miei gusti è vicina alla perfezione ed ogni centimetro della sua pelle mi fa pensare a una sola cosa: "Sesso, Solo Sesso,Tanto Sesso". Ero al bar a prendere un caffè mentre il mio compare manteneva il suo status di "uomo pesce" nell'idromassaggio al piano di sotto, e la Soraya dall'altra parte del bancone mi guardava. La fisso, lei mi fissa. Poi mi alzo, la raggiungo, e mi fa: <Io e te abbiamo già parlato vero?>, ed io ribatto <Si, all'Andiamo, ma abbiamo solo parlato>. Abbiamo scambiato due parole sul nuovo locale e quindi dopo due minuti, quando ormai il "fra' pelato" cominciava a fremere al cospetto di tale femmina da accoppiamento, me la portai in camera. All'inizio sembrava, quasi troppo professionale o meglio un po' "distaccata", cioè sbaciucchiamenti e leccatine un po' ovunque ma senza troppa convinzione e poi si dedica alle parti basse con calma ma senza troppa partecipazione. Va anche detto che era quasi mezzanotte, ma la cosa non mi appagava pienamente e infatti se ne rese conto e cambiando posizione spalancando le gambe e mi disse senza mezzi termini: <<Toccami la figa, mi piace>>. Al che in tutta risposta me la accavallo direttamente sulla faccia mentre lei continua nella sua opera. Intanto mi diverto a mangiare quella sua fresca topina, non risparmiando incursioni di tanto in tanto anche al secondo buchetto che che si presenta altrettanto bene. Dopo un po' questo attento lavorar di lingua da i suoi frutti tant'è che mentre ormai stava succhiando il batacchio come un'indemoniata, a un certo punto si ferma, io invece no, preme la figa sulle mie labbra, poi si scosta leggermente, insisto, preme nuovamente e si struscia, quasi non respiro ma non mollo, ha un sussulto, si scosta di nuovo, la bacio ancora con gusto mentre la lingua non si ferma mai e il ritmo incalza, ecco ancora un paio di sussulti con quel culetto che si muove frenetico, un attimo e la sento vibrare per un istante, ci siamo, non cedo, contrae, rilascia, si solleva appena e... Cazzo m'ha spruzzato in bocca. (...Le devo chiedere l'extra? Linguaccia) Non è propriamente una squirtata seria ma mi spiazza, anche se piacevolmente. Al che si ricompone, prende la carta per darsi e darmi una pulita e con un espressione tra il vago e il compiaciuto mi guarda e dice: <Tu lecchi bene, chi ti ha insegnato?>, <Nessuno, ma mi garba la patata> ribatto io (oh, non ce la faccio a rimanere serio in questi posti, è piu' forte di me). Quindi poggia per un istante le sue morbide labbra(quelle della bocca stavolta) dolcemente sulle mie e poi si riattacca un po' al frà pelato prima di violentarmi. Lo incappuccia(maledetto sia quel gommino rosso, lo odio) e porgendomi le terga si prodiga in una cavalcata dapprima lenta poi piu' aggressiva tanto che per non capitolare all'istante sono costretto a chiederle di cambiare posizione. La pecorizzo e mi gusto lo spettacolo allo specchio, ma noto che nonostante quel corpo perfetto sia irresistibile in quella posa, questa non è la sua posizione piu' consona. Nuovo cambio, e più o meno in ginocchio di fronte a lei con le sue gambe all'aria ben strette tra le mani, concludo l'opera con la splendida visione di quelle tettine abbronzate che sballonzolano e i suoi occhioni scuri che mi fissano con un'espressione da maiala patentata mentre vedo le stelline e sento gli angioletti che cantano in coro. Un'ottima esperienza, che si è sciupata leggermente solo nel "dopo", ovvero quando scendendo le scale le ho detto che mi era piaciuta molto ed ha preso la palla al balzo per accennare ad un'eventuale richiesta (poco velata, anche se sempre col sorriso sulle labbra) di mancia. A dire il vero non siamo esattamente rientrati nella mezz'ora, quindi probabilmente le avrei lasciato volentieri anche un decino in piu'  considerata la buona prestazione. Ma chiedendola cosi' direttamente, anche ammesso che stesse solamente scherzando, se l'è giocata male e quindi niente "regalino" aggiuntivo, Cosi' impara a fare la brava...Linguaccia

Come dicevo, ho un bel ricordo della prima visita al locale, ma sostanzialmente dovuto ad una che adesso non è più li e quindi sarà tutto da vedere. Intanto che rimugino sul passato, complice anche il fatto di essere stato li appena due settimane prima e quindi mi ricordavo bene la strada, verso le 15.00 arrivo in Ajševica 59 e sono nuovamente pronto a "scendere in campo" (come direbbe anche un nostro famoso collega punter di nome SCilvioLinguaccia). Varco gli eleganti vetri delle porte scorrevoli automatiche e mi presento in reception. La bella signorina addetta al ricevimento clienti mi chiede se è la prima volta, le dico che ci sono già stato e dopo aver incassato gli 85€ del biglietto d'ingresso mi consegna il solito kit di ciabatte, accappatoio, un asciugamano ed un braccialetto per la chiusura elettronica dell'armadietto. Qui voglio spendere due parole di merito per gli accappatoi che sono di una morbidezza eccezionale ed anche se adesso in estate risultano effettivamente pesanti e fanno caldo, posso solo immaginare quanto siano piacevoli da indossare nelle gelide giornate d'inverno. (Credo che con quell'accappatoio si possa stare anche fuori a dicembre a fumarsi una sigaretta senza soffrire il freddo invernale, ma di questo ne riparleremo quando sarà il momento.)

Mi cambio d'abito ancora una volta, la zona wellness al piano terra è tranquilla ma noto subito una "coppietta" che scende le scale ed un paio di orsi a bagnomaria nell'idromassagio, oltre a due negli spogliatoi che evidentemente erano arrivati subito prima di me e stavano ancora sistemando le loro cose. Quindi dopo la rapida doccia mi avvio su per le scale. Il primo rientro in sala è un po' traumatico in quanto gli occhi si devono abituare alla poca luce, ma i punti "strategici" sono illuminati e non si rischia di inciampare camminando tra i tanti divani che riempiono l'ambiente. Semmai c'è qualche difficoltà ad individuare e riconoscere le ragazze da una certa distanza, ma dopo un po' l'occhio si abitua e non ci si fa troppo caso, anzi, per me che amo le luci soffuse direi che è anche piuttosto piacevole questo tipo di illuminazione molto soft. E poi l'aria è pulita e non c'è quella nube di fumo presente in altri fkk in Austria o in Germania, infatti qui è permesso fumare solo nell'apposita saletta, ma almeno il resto del locale risulta più "pulito" e vivibile. Raggiungo il bancone del bar e noto subito che in sala ci sono circa cinque o sei ragazze e altrettanti uomini. Prendo un caffè mentre alle mie spalle sento delle voci che dicono "amoreee amoreee", e subito dopo vengo molestato da un paio signorine che conosco solo di vista ma che non ci tengo a conoscere meglio, niente di interessante insomma, quindi vado a cercare un po' d'aria fuori e trovo Juliana Diana che spippola col telefono e sfumacchia. Sfumacchio un pò insieme a lei, poi sto morendo dal caldo e vado a depositare l'accappatoio per tornare su con l'asciugamano in vita(e vi assicuro che non lo faccio per mostrare il mio fisico da lanciatore di coriandoli, o i miei diabolici e piuttosto appariscenti tatuaggi, ma faceva veramente troppo caldo e non ho resistito). Ripasso dunque davanti alla Diana che alza un attimo la testa, gorgoglia qualcosa riguardo alla schiena tatuata(che in effetti non si vede mai se non in camera, e con lei è un bel po' che non ho incontri intimi), le dico che vado a prendere un po' di sole, saluto al volo e mi piazzo sul primo lettino che mi si para davanti. Passo cosi' un po' di tempo, il sole regge abbastanza bene finchè poi arriva un nuvolone a coprirlo e cominciano a cadere piccolissime gocce di pioggia, che se non ci fosse la piscina non si noterebbero nemmeno, ma decido comunque di rientrare. Scendo nuovamente giù per una doccia, poi sauna e a seguire doccia fredda. Nel frattempo uno si fa massaggiare dalla bella massaggiatrice e vedo un paio di orsi bianchi a mollo nell'idro. Le saune invece sono poco utilizzate, cosa che non mi dispiace affatto. Riprendo il morbido accappatoio e torno nella penombra del piano superiore. Succo d'arancia al bar con le solite vocine di sottofondo "amoreee, andiamo in cameraaaa? amoreeee", e vabbè, le rompiballe ci sono dappertutto, basta ignorarle e prima o poi si arrendono. Mi stendo bello svaccato sul divanone lato saletta fumatori che è tempestato di cuscini di varie forme e colori. Quei cuscini sono una vera goduria, mi rilasso. Arriva NonRicordoChi a molestarmi un po', ma niente da fare e la rimbalzo. Poi arriva una morettina sul basso andante, dal fisichino esile ma ben proporzionato, che a vederla in intimo non è nemmeno questa gran topa, ma si pone nel giusto modo e appare tranquilla quindi mi intrattengo un po' con lei. Si fa chiamare Rebecca e guardacaso è rumena(come il 90% delle ragazze li presenti). Insomma, dopo un po' di chiacchiericcio e battutine varie, mi infilo in camera con questa Rebecca. Posso dire che alla fine mi è piaciuta assai, tant'è che sono stato un'ora a giocare con lei che dopo aver goduto delle mie attenzioni "linguistiche" si è data da fare per esaudire ogni mio desiderio(e riguardo al suo "aver goduto" aggiungo solo che vederla inarcarsi e tremare più volte come fosse un cazzo di vibratore posseduto da satana, è stato qualcosa di molto appagante Risatona). Un'ora e qualcosa piu' tardi, dopo aver saldato il conticino con l'agile e vibrante Rebecca, torno al bar. Altro caffè, ma stavolta senza le vocine delle sirene in sottofondo(lo dicevo che si stancavano prima o poi). Però siccome il karmaè subdolo, quando decido di tornare fuori vengo bloccato tre volte prima di arrivare alla porta, prima da Amira che si ricorda di avermi spompinato selvaggiamente nel cinema all'andiamo(ma onestamente io mi sono ricordato dell'episodio solo in autostrada mentre tornavo a casa) poi da una che non ricordo nemmeno come si chiama ma che include "camera" nelle prime 6 parole della frase e quindi non m'interessa, e poi mi trovo davanti Crina ovvero la mia carissima "nanabastarda" che per un attimo quasi mi tenta avvinghiandomisi addosso con i suoi 40 chili di corpicino da mignon mignot, ma che poi riesco a congedare con garbo dicendole che andavo a prendere ancora un po' di sole. Conquisto finalmente l'uscita e raggiungo l'ultimo lettino in fondo alla piscina nella speranza di nascondermi da eventuali "molestatrici mignon" alla riscossa. Intanto li fuori c'è un gruppetto di baldi "nongiovani" dall'accento vagamente nordico che cazzeggiano allegramente intorno alla piscina. Riesco comunque a starmene in pace per un po', prendo il sole, sfumacchio e ascolto le simpatiche chiacchiere dei presenti che commentano aneddoti di avventure passate. Poi mentre son li a spippolare al telefono appare all'improvviso quella mezzasega di Crina, che pur essendo dall'altra parte della piscina mi vede subito e smanacciando al vento rantola qualcosa che non capisco bene ma uno dei non giovani presenti, capisce e le risponde, al che lei di tutto punto gli fa: <MA non parlavo con te. Parlavo con lui!> indicandomi a dito puntato. Quindi il nongiovane fiuta la gaffe e ridendo insieme agli altri presenti, si gira indietro a guardare chi mai ci fosse. Io che mi stavo facendo gli affaracci miei laggiu' in disparte, non posso far altro che allargare le braccia rassegnato Triste ridendo di rimando ai "colleghi" per poi salutare la rompiballe che, rimanendo dall'altra parte della piscina, mi chiede se ho bisogno della sua compagnia. Le faccio cenno di no con l'indice e fortunatamente capisce alla prima e se ne va. (ma prima o poi giuro che la elimino. Ok dai, magari prima gli do du' colpi ...ma poi la eliminoArrabbiato). Poco dopo rientro anch'io. Di nuovo al piano inferiore per un'altro doccia-sauna-doccia gelata e ancora divanone. Però stavolta in quello dal lato del palo da lap. Non faccio in tempo a sistemarmi i cusci che subito arriva la simpatica e paffuta "Marika che ti rikarica", che se non avesse quei venti chili di troppo sarebbe anche piacevole e giocherellona. Infatti stiamo li un dieci minuti a cazzeggiare e giocare coi cuscini come due deficienti pur avendole detto che ero in fase relax, per poi tornarsene da dove era venuta, cioè in qualche anfratto buio del locale. Sto pensando di andare a mangiare qualcosa ma ecco che arriva la bionda Anka con il suo corpicino da velina ad intrattenermi finchè a forza di strusciarmisi addosso non mi convince e mi tocca portarla in camera perchè altrimenti rischio di copulare con lei li sul divano. Bella topa con un bel corpo, in particolare le tette sono Belle con la B maiuscola, ed è pure brava direi. Non mi ero ancora ripreso appieno(son tre giorni che trombo a destra e a manca e comincio ad essere nongiovane anch'io) quindi la mia prestazione non è stata memorabile, ma non certo per colpa sua. Comunque ce la mette tutta e in qualche modo giocando con quelle belle tette concludo degnamente nella mezz'ora. ...e vissero felici e contenti .
Appena ho sistemato il saldo con la biondina, riprendo da dove ero rimasto e mi dedico quindi al cibo, ovvero mi ingozzo di una quantità abnorme di seppie con annessa ottima birretta per non strozzarmi, e vedo che intanto nella tavolata vicina ci sono i soliti folkloristici figuri che prima erano in zona piscina e sentendoli parlare mi sorge il dubbio che sia gente informata, o comunque gente che segue i siti "del settore". Intanto c'è un'amica di Anka (anche lei ex Andiamina ma non nericordo il nome) che cerca disperatamente un passaggio per Treviso (e sembrava avesse quasi trovato un volontario ma sarei curioso di sapere se qualcuno poi l'ha accompagnata veramente). Comunque, rimango in sala con le signorine che al secondo giro di seppie cominciano a guardarmi strano, poi prendo 'lennesimo caffè(ho smesso di contarli) ed esco nuovamente fuori dove trovo ancora il solito gruppetto intento a chiacchierare, poi arrivano anche Anka, Emma e quell'altre draculine più o meno note. Mi svacco, sfumacchio, e ho la conferma che quell'allegro gruppetto è composto da alcuni personaggi noti di altri forum, si scambiano i nomi e riconosco qualche nick che adesso non ricordo, e sento che qualcuno cita anche il Trombodromo(quindi se state leggendo vi salutoSantarellino). Anche se pare tutta gente simpatica a me non piace mettermi in evidenza o essere etichettato davanti alle signorine quindi mi limito ad osservare e ascoltare l'allegra brigata che si diverte. Ma torniamo a noi. Dopo essermi ammazzato di risate per il simpatico siparietto e rilassato un po' all'aria fresca, rientro e trovo al volo Diana che sta per accendersi una sigaretta in sala fumatori e mi accoglie con un caldo abbraccio, sempre carinissima lei. Nemmeno il tempo di finire una frase ed ecco che arriva di corsa l'amica Scarlett e se la porta via per un lavoro urgente o per essere più precisi è arrivata dicendo: <C'è da fare un lesbo show!>..."Maledettissima rompipalle".Arrabbiato Ma Diana mi ha comunque chiesto se per me andava bene, è fin troppo corretta quella ragazza. Ovviamente le ho detto "vai tranquilla", fatto sta che l'ho rivista solo quando stavo per andarmene quindi non l'ho "revisionata" nemmeno stavolta. Il tempo passa e girottolo un po'. Ritrovo Rebecca che vaga per il locale, ci si strapazza un bel po' in zona divani e poi la invito a venire fuori a fumarci una sigaretta, ma dice che fa freddo(in effetti ha addosso solo perizoma e reggiseno, non ha tutti i tortiRisatona), al che le dico: <Ok, peccato pero', perchè volevo rilassarmi un po' all'aperto e poi tornare con te in camera, ma se hai freddo...>, mi vien da ridere perchè immagino già la sua risposta, che infatti arriva istantanea: <Va bene mi amor, ma poi mi riscaldi...> risposta scontata e banale(e son puttane, mica suore), ma mentre lo dice mi prende le mani e se le mette sulle chiappette ignude e riacquista cento punti. Ci spostiamo quindi sul grande lettino in zona piscina subito oltre i tavolini esterni nonchè a fianco di un paio di avventori di mezz'età e in mezzo al solito gruppetto di orsi bianchi che in compagnia di diverse altre draculine si godono anche loro l'aria fresca della sera sfumacchiando, bevendo, e chiacchierando più o meno animatamente. Rimango sdraiato a cazzeggiare con la Rebecca per una decina di minuti e poi mi fa: <Ho freddo.>, al che le dico:<Ci penso io!> e abbracciandola l'accosto a me e la copro parzialmente con quella morbida e calda veste che ho addosso. Ridacchia divertita e furbamente già che era li mi piazza una mano sul pacco sotto l'accappatoio al riparo da occhi indiscreti. <Ok, Andiamo in camera, hai vinto.> le dico. Ci alziamo e devo ricompormi un attimo perchè il frà pelato si stava agitando e l'accappatoio era completamente apertoLinguaccia, <Ma è possibile che quando ti avvicini te mi ritrovo sempre nudo?!> aggiungo. Mentre rientriamo noto le risatine di un paio di presenti che osservavano la scena e gli sguardi storti di alcune sue colleghe, che forse non si capacitano di come questo scricciolo di topa(che tra l'altro è li solo da 5 giorni) riesca a fare piu' camere di loro che a vederle sono obiettivamente anche piu' gnocche (Care mie, la bellezza non basta, sappiatelo). Dopodichè ci infiliamo in camera ancora per un'ora, un po' di piu' a dire il vero. Non scendo in ulteriori dettagli pornografici, ma la signorina "ha vibrato ancora" ed il resto è difficile da raccontare perchè è successo un po' di tutto. In sostanza però, se come a me vi piace il genere "Modella in scala ridotta" diciamo che solo per il suo fisico la consiglierei ad un amico. In più si è lasciata molto andare e ho visto che mi ci trovo anche bene, quindi è stata una bella scoperta. Comunque usciamo dopo circa un'ora e un quarto dalla camera, poi dopo aver saldato il conto per le due mezz'ore(e non ha accennato a un centesimo in più), mi concedo una breve pausa riflessiva davanti a un caffè e quando rientra anche lei in sala finisco la mia serata in sua compagnia tra la sala fumatori e gli sgabelli del bar, chiacchierando, scherzando, facendomi lasciare il suo contatto per rintracciarla la prossima volta e guardandola ballare mentre mi si struscia addosso con quel suo morbido e piccolo(ma discretamente apertoRisatona) culetto

Poi, anche se controvoglia(ma ero a pezzi), decido di mettermi in viaggio con molta calma, beccandomi tutto il traffico notturno dei villeggianti d'agosto che pero' non turbano il ricordo di questi intensi giorni che mi accompagna serenamente in questo rientro. E intanto ripenso alla dolce e pazza Kristal del CasaCarintia, al pompino supersonico di Pandora dell'Andiamo e alla mancata ri-trombata con quella creatura da sesso che è Soraya, nonchè a quando riuscirò ad avere il piace di accoppiarmi anche con quel diabolico angioletto della Micky(che rimando sempre alla prossima volta). Penso che son riuscito a beccarmi 2 locali in fila proprio nei giorni in cui le ragazze girano in intimo invece che completamente nude(e a dire il vero la cosa non mi è dispiaciuta, adoro le sorprese). Mi torna in mente anche la centrifugata presa in camera con la gatta selvaggia di nome Kim al Wellcum, durante la mia piu' breve visita a un trombodromo (Ma grazie a lei posso dire di aver speso bene i miei soldi). E infine non posso non ripensare al luogo dove sono stato fino a poche ora prima, dato che ho ancora addosso il profumo di quella "vibrante patata" che mi ha tenuto compagnia per tutta la sera. I pensieri volano via come nuvole al vento e senza nemmeno accorgermene sono a casa, quando ormai è quasi l'alba e il sogno finisce...

...Fino alla prossima volta ovviamenteFico

Ciaociao "FaveSognanti !!".

 

"4 FKK in 3 Giorni - WELLCUM"

Scritto da Il Redattore.

Venerdi' 22 Agosto. Terzo ed ultimo giorno di permanenza in Carinzia. La notte a portato consiglio e pur essendo partito con un giorno di ritardo, oltre ad avere ancora qualche "Sassolino nelle Ciabatte" da togliermi in quel dell'Andiamo, decido alla fine di seguire il programma iniziale dedicando la giornata ad altri due Trombodromi che si trovano Piu' o Meno sulla via del rientro: il Wellcum di Hohenthurn, ed il Marina di Nova Gorica (...ho detto più meno, suvvia non siate fiscali)...

Giorno 3 (mattina): WELLCUM

Saluto la bella signorina alla reception e recuperata la Trombomobile nel parcheggio sotterraneo abbandono l'hotel (un po' come Batman che esce dalla Bat Caverna, e in effetti sto andando dalle BatTone, quindi direi che siamo in tema). Praticamente non faccio altro che seguire la via davanti l'albergo, ovvero Kärntner Straße , in direzione Tarvisio fino a trovare sulla destra le indicazioni per la strada che porta al Wellcum. Alcuni minuti più tardi arrivo nel parcheggio del locale che è aperto da una mezz'ora, infatti sono quasi le 11.30 ed il parcheggio per fortuna non è ancora molto affollato, ci sono solamente le auto di chi ha pernottato nell'albergo e di chi al Wellcum ci lavora, oltre a quelle di una manciata di avventori mattinieri come il sottoscritto. All'entrata le solite carinissime e gentilissime receptionists, dopo aver pagato i 49€ d'ingresso, mi consegnano l'attrezzatura mentre alcune ragazze sfilano giù per la scala, danno il buongiorno, ed scompaiono in arena. Seguo l'esempio e raggiungo lo spogliatoio. Svestizione seguita da doccetta bollente, quindi una volta indossato il Bat Costume l'accappatoio sono pronto per entrare in azione. Come era prevedibile gli avventori in giro sono ancora pochi ma ci sono, cosi' come le signorine che arrivano con calma e un po' alla volta. Mi affaccio un po' fuori. Non avevo ancora avuto modo di apprezzare il giardino dopo l'apertura estiva, ma devo dire che hanno fatto un buon lavoro e l'area esterna risulta molto piacevole e ben organizzata, ci sono anche i divanetti a bordo piscina che danno un tono vagamente "Miami style" e la vetrata che separa l'interno dall'esterno offre una visione d'insieme molto suggestiva potendo anche avere sempre sott'occhio quel che succede fuori quando si è in sala, il che non è affatto male. Il clima è gradevole e non sarebbe una cattiva idea quella di svaccarsi un po' su un lettino, ma dato che l'obbiettivo principale del giorno non è questo FKK bensi' il Marina, in slovenia, il tempo a disposizione qui sarà limitato al minimo quindi rientro in sala. Però prima di darmi alla caccia mi dedico un po' alle cibarie andando ad ingurgitare le solite "robe crucche", giusto per rimettermi in forze dopo la lunga giornata precedente. Il buffet è senza infamia e senza lode, ma essendo rimasto solamente un paio d'ore di mattina non posso dare un giudizio sulla cena. Comunque il cibo è più o meno lo stesso, anche se qui forse avrei fatto meglio a darmi al dolce invece che al salato(e comunque i wurstel dell'Andiamo ripieni di formaggio e rinvolti nello speck sono i più buoni, anche se il mio stomaco non la pensa allo stesso modo Arrabbiato ). Affogo il tutto con un decente caffè e poi decido di cercare una bella fanciulla che mi faccia compagnia per rivedere le camere e per testare il nuovo sistema di pagamento. La fauna non è ancora al completo ovviamente, ma vengo avvicinato da una pacioccosa ragazzetta. Il suo nome è Kim, rumena di sangue serbo a quanto ne ho capito, e anche se vederla magari non attira l'attenzione come altre supermodel, quando mi prende nelle sue grazie è difficile sfuggire a una cosi' stimolante gattina in calore, quindi considerando che non avevo ne tempo ne voglia di intervistare tutte le presenti, mi faccio rapire volentieri da lei, e... Mai scelta fu più azzeccata, ve l'assicuro. Ma prima di accedere alla camera c'è da fare una sosta alla cassa del piano di sopra, infatti adesso la prima volta che si va alle camere c'è da pagare 35€ di pedaggio (per questo il prezzo d'ingresso è stato ridotto alla modica cifra di 49€). Dopo aver pagato il pedaggio ricevo un braccialetto colorato che mi consentirà l'accesso alle camere per tutto il di' (anche se in questo specifico caso dovrei dire "mi consentirebbe l'accesso" perchè di fatto sono andato via poco piu' tardi). Su Kim che posso dire, in sala è carina convincente e ammaliante quanto ti guarda con i suoi bellissimi occhi e si atteggia con fare da gatta. In camera invece... E' anche meglio! Sensuale al punto giusto, sa come muoversi, come parlare ma soprattutto come succhiare, e quando si passa all'azione salta sul pezzo e mi violenta come una furia. La interrompo per non concludere troppo prima del tempo e gli faccio l'ormai rituale test della "pecora" che passa a pieni voti assecondando perfettamente i miei movimenti con perfetta maestria, quindi superata la prova decido di farmi uccidere dalla sua cavalcata selvaggia ed invertiti nuovamente i ruoli si riaccavalla sopra fino a farmi esplodere senza ritegno, mentre fissandomi negli occhi con un'espressione porca e soddisfatta continua a muoversi come un'indemoniata finchè non smetto di ululare e me l'avvicino per baciarla sorridendo poi dal piacere mentre muoio in pace. Tempo scaduto, quind doccetta e scendiamo, saldo il conto e la saluto. Rientro un attimo in arena per un thè e noto che l'ambiente è leggermente piu' popolato di prima, ma nemmeno troppo. Decido comunque di andare perchè per quanto trovi gradevole stare in questo locale, anche se non sono ancora le 13.30, oggi il Wellcum non è l'unica ne tantomeno la principale meta del giorno e voglio godermi al meglio la prossima tappa. Mi libero delle vesti da FKK e rimessi gli abiti civili ripasso in cassa. La receptionsts mi domanda se fosse tutto a posto, "Si si, solo che devo scappare" dico io. Buona giornata, arrivederci, e riparto a bordo dellaTrombomobile. Destinazione: il Marina Club, a Nova Gorica, Slovenia.

Purtroppo non ho avuto il tempo di dedicarmi al Wellcum come avrei voluto, ma dovendo scegliere e avendo da rientrare entro il sabato mattina, ho preferito lasciarmi più tempo da dedicare al locale sloveno dato che nell'unica precedente visita, per svariati motivi, primo su tutti il poco tempo a disposizione, non ho avuto modo di testarlo appieno. Comunque il Wellcum è risultato essere il solito bel locale arricchito adesso da un'area esterna ben concepita e con il solito tocco vagamente elegante che contraddistingue il locale. Anche le ragazze viste in giro, alcune volti noti altre a me sconosciute, mi sono sembrate di buon livello, per non parlare della Kim che m'ha ribaltato come un calzino in quella sola mezz'ora...

"4 FKK in 3 Giorni - ANDIAMO"

Scritto da Il Redattore.

Giovedi' 21 Agosto. Il secondo giorno di questo tour de force della topa è dedicato al famoso FKK di Villach, nel quale sono curioso di vedere qual'è la reale situazione dopo tutto il gossip che se n'è fatto successivamente allo scompiglio creato dalle nuove normative fiscali austriache e dall'apertura del nuovo trombodromo, il Marina, in Slovenia, nel quale si sono trasferite molte Andiamine, comprese alcune delle più amate dagli italici punter.

Giorno 2: ANDIAMO

Dopo la bella serata al CasaCarintia mi risveglio nella mia camera d'albergo con i raggi del sole che filtrano dalle tendine della finestra, mi affaccio fuori e vedo che la giornata promette bene ma sono ancora le 10.00 e quindi, dopo aver goduto un attimo del caldo sole della carinzia, mi preparo e decido di andare a fare un giretto in città aspettando l'orario di apertura dell'Andiamo che comincia ad accogliere gli avventori a partire da mezzogiorno. Passeggio tra i negozi e una folta folla di turisti in visita alla cittadina che appare molto animata in queste prime ore del giorno, molto più che durante la fredda stagione sciistica direi. Giusto per svegliarmi meglio mi fermo a prendere un cappuccino e un krapfen, serviti da una bella biondina locale che mi fa rivalutare le bellezze austriache, poi recupero la trombomobile, mi avvio verso Technologieparkstraße 5 , e in cinque minuti arrivo sgommando nel parcheggio che già alle 12.00 o poco più ospitava una manciata di auto con targa italiana. Alla reception al posto della solita signorina ci trovo un uomo che mi si rivolge in tedesco e molto gentilmente mi consegna le solite cose(da notare che io il tedesco non lo parlo, ma i termini "tecnici" li ho assimilati e ormai le operazioni son sempre quelle quindi non serve capire, si va in automaticoLinguaccia ). Armadietto 108, quasi in fondo agli spogliatoi in posizione defilata nonchè comoda, e la serratura funziona al primo colpo, stavolta cominciamo bene. Noto già una manciata di accappatoi in giro e le ragazze sono una quindicina sparpagliate sui divanetti mentre le altre stanno arrivando. Il bar è praticamente desolato, eccezion fatta per una morettina che somiglia molto vagamente ad asia argento ma con tratti del viso più "affinati", che appena mi siedo e ordino un caffè mi da il buongiorno. Si chiama Ambra ed è piuttosto carina, scambiamo due parole, le dico che sto ancora dormendo e sono cotto dalla serata precedente al CasaCarintia e poi mi congedo, sfuggendo nel frattempo con un sorriso ad un paio di sirenette appollaiate sui divani per arrivare in giardino e fumarmi una sigaretta in tranquillità. Poi faccio un salto in sala pranzo e accomodatomi a un tavolo all'aperto mi godo un discreto brunch a base di wurstel al formaggio avvolti nello speck ed altre amenità del genere accompagnate da un paio di bicchieri di succo d'arancia. Una botta di salute, ma era tutto buono e avevo anche una discreta fame.Triste  Dopo una fumatina rientro nel buio del locale e le presenze femminili sono aumentate, ma gli orsi bianchi ancora scarseggiano per cui sono un bersaglio mobile che viene importunato ogni tre passi. Le successive due ore le passo fuori sdraiato su un lettino al sole come una lucertola in compagnia di altri stanchi viaggiatori. Di tanto in tanto esce qualcuna ad animare la situazione ma l'atmosfera è ancora pacifica e rilassata. Più tardi rientro nuovamente e a dispetto di tutto quel che è stato detto nell'ultimo mese, trovo la sala piena di figa esattamente come al solito, cosi' a occhio ci saranno una cinquantina di girls, topa più topa meno. Riconosco solo una piccola parte delle presenti, tra le quali spiccano "le Veline" Soraya la mora e Micky la bella biondina, che avevo incontrato solo due settimane prima al Marina e che, al contrario di altre, non si sono trovate bene nel nuovo fkk e sono tornate all'ovile. Poi Irina, Ionela, Nina, Rita, Pompinella, Lilian, Lidia, Raluca, Roxana, Adina, Sharon, Vanessa e poche altre delle quali non ricordo i nomi. Il resto sono tutte new entry, molte giovani e altrettante molto belle quindi la qualità estetica non sembra aver subito alcun calo, anzi, questo ricambio ha in parte donato nuova linfa vitale al questo fkk che appare anche più animato del solito. Giro intorno al bancone del bar e vedo la Soraya tutta sola nel suo divanone. La raggiungo e scambiamo due parole ricordando con piacere anche l'incontro di due settimane prima al Marina. Devo ammettere che ogni volta che la vedo il mio cervello si blocca e l'unica cosa che mi viene in mente osservandola è "SESSO". Ma oggi la scelta è tanta e vorrei provare cose nuove, quindi rimango ancora un po' con lei finchè incrocio nuovamente lo sguardo di Ambra che mi punta sorridente dal suo sgabello poco più in la, e appena le sorrido di rimando coglie l'occasione per domandarmi se sono finalmente riuscito a svegliarmi. Intanto un orso che passava di la, ne approfitta per abbordare la Soraya, che pacioccosamente mi saluta e poi se ne va in camera con il fortunato cliente. Invito quindi Ambra a raggiungermi, balza giù dallo sgabello e chiacchieriamo un po', si presenta come Moldava, ma presumo sia rumena, ma ila verità è "chissenefrega"! La trovo molto carina e me la porto in camera. Non è male, ma forse faceva più figura in intimo che tutta nuda perchè per quanto abbia un bel corpicino asciutto e un bel culetto piccolo e sodo, le sue tettine non sono il massimo. Comunque non la consiglio a chi ama le pompe, non è il suo pane, ed anche se è piuttosto bellina e ci si parla volentieri, in camera non è esattamente una dea del sesso. Diciamo che c'è di peggio, ma c'è anche di molto meglio. In ogni caso come primo giro di giostra non mi lamento e concludo l'incontro sul filo della mezz'ora senza infamia e senza lode. Torniamo giù ridendo e scherzando, saldo il dovuto e mi infilo sotto la doccia per poi tornare nella mischia... Vago per un po' da un divano all'altro, fermandomi di tanto in tanto a ciarlare con le Andiamine che mi si propongono, sono in giro da solo quindi mi fa anche un po' piacere essere bersagliato spesso, ma visto che fuori il sole ancora teneva bene, torno a stendermi su un lettino in mezzo a gli altri orsi. Qualcuno sfrutta la piscina, qualcun'altro si fa molestare dalle varie signorine che si affacciano di tanto in tanto, altri ancora sono in completo relax, compreso il sottoscritto. Almeno fino a che non si comincia a sentire nell'aria un buon odore di carne grigliata che proviene dall'altra parte del giardino. Mi alzo e vedo che la zona esterna davanti alla cucina è invasa da clienti e Andiamine, tutti intenti a mangiare carne, bere birra, e succhiare ghiaccioli (ovviamente il tutto incluso nel biglietto d'ingresso, s'intende). Decido quindi di attendere che gli squali si siano saziati e ne approfitto per tornare all'armadietto e riordinare gli appunti presi sul telefono, e quando torno la folla si è diradata e posso servirmi in tranquillità gustandomi della buona carne grigliata, accompagnata da funghi e una discreta birretta. Al buffet interno c'è anche altra roba e mi concedo giusto un po' di pasta fredda tra un piatto di carne e l'altro (...e buon per me che non ingrasso). Rientro per il caffè, poi vado a darmi una ripulita alle fauci, e quando torno in sala vedo la graziosa Micky libera e annoiata al suo solito posto nel divano dal lato della piscina interna, ovvero dove dimora solitamente anche la sua amica Soraya che è momentaneamente assente. La punto dall'altra parte della sala, sperando che non scappi, e mi dirigo verso di lei. Sto quasi per riaggiungerla quando all'improvviso mi trovo davanti un sorridente angelo biondo che attira la mia attenzione. <E te chi sei>, le dico. <Io sono Antonella>, risponde lei. La riguardo da vicino e il mio primo pensiero è ""Scusa Micky, sarà per un'altra volta"Risatona. Ci sediamo qualche minuto, mi chiede se sono toscano <Ovviamente> confermo. Mi dice che ha casa in italia dalle mie parti e quindi ha riconosciuto subito l'accento(non che la cosa sia di grande interesse ma è un particolare simpatico il fatto di salire in austria e trombarmi una topa rumena che vive non lontano da casa miaLinguaccia). Comunque senza dilungarsi troppo in chiacchiericci andiamo al piano di sopra a conoscerci meglio. E' proprio una bella ragazza, e sa fare il suo mestiere a 360 gradi, non c'è una parte del corpo che non sappia usare con maestria per farti godere e star bene, e si dimostra disponibile anche a posizioni un po' "kamasutra style", infatti le dedico un'ora piena, e senza scendere troppo nei dettagli, dico solo che è stata una bella esperienza. Non è affatto GFE, ma in quanto a tecnica sa il fatto suo. Ma se proprio devo dire una cosa "negativa" dico che si stanca forse troppo facilmente, ma è anche vero che io le fo' stanca' spesso, quindi non sono troppo attendibile.Fico Insomma alla fine dei giochi, mi godo alcuni minuti in pace mentre si fa la doccia(ed è un bel vedere), le chiedo quanti anni ha e senza esitare un attimo risponde <Ventotto !>. Ne dimostra sicuramente qualcuno in meno, buon per lei (e per chi se la trombaOcchiolino). Scendiamo, saldo il conto, bacio bacio, e vado anch'io a farmi una lunga doccia rinfrescante. L'ambiente si anima, la musica diventa più invadente, le ragazze sciamano come api e fanno baldoria con gli orsi o tra di loro, solite scene da Andiamo già viste mille volte, e che mi fa piacere rivedere dopo tutto quello che era stato detto sulle sorti del locale che, in barba a tutto e a tutti, sembra invece che si stia rilanciando alla grande. Nel frattempo mi fermo a parlare nuovamente con Ambra che, in pausa su un divanetto, si conferma una buona compagnia nonostante la non eccelsa performance in camera. La saluto, mi prendo una birretta e scambio due parole con Rita che mi si offre per un "pompino che resuscita i morti", sue testuali parole, che però devo rifiutare in quanto al momento il fratellino è in vacanza totale dopo la camera con la bella Antonella. Mi si avvinghia un po' ma io cerco solo un po' di riposo quindi una manciata di minuti dopo mi ricorda che se ho voglia di un pompino da infarto devo solo cercarla, poi saluta e se ne va per la sua strada. Nei successivi cinque minuti vengo abbordato da altre due, una è la più grassoccia presente in sala e fatico a liberarmente perchè mi s'era lanciata direttamente sul pacco prendendosi quasi un vaffaPiede in bocca, e l'altra che non ne ricordo il nome e non è male, però non è il momento e lla lascio andare senza tanti discorsi. Decido quindi di trasferirmi al cinema che al momento è vuoto, eccezion fatta per due che stanno trombando di gusto in uno degli sgabuzzini li a fianco, e riesco a chiudere gli occhi per qualche minuto rilassandomi. Sento gente che va e viene, compresa una delle inservienti che passa a raccogliere bicchieri e quant'altro, poi arrivano addirittura in due a rompermi le pelotas, ma appena si avvicinano mi fingo morto e vanno in cerca di altre prede. Subito dopo un'altra arriva e con un tono antipaticissimo mi dice: <Non dormire! Dai amore andiamo a scopare!>. Ovviamente è un autogol clamoroso e si elimina da sola in dieci secondi netti. ...Poi i due nello sgabuzzino escono, ma in realtà erano treBocca sigillata, lei una cavallona che non conosco e loro due baldi giovani, e a sentire da tutto il trambusto che hanno fatto nel frattempo credo si siano divertiti un po' tutti. Poi il silenzio... Addirittura al posto del film c'era una serie di immagini rilassanti che passava in loop. Sto quasi per addormentarmi, quand'ecco che sento dei passi, non apro nemmeno gli occhi per vedere chi è tanto so che verrà a rompermi le pelotas, quindi attendo. Si avvicina e poi si ferma. Tutto tace... Comincio a preoccuparmi e do un'occhiata. a due metri da me scorgo in controluce la sagoma di quella che sembra una bella puledra con tutte le forme al punto giusto e una bella chioma di capelli neri. Mi fissa , sorride e chiede se voglio la sua compagnia. <Non ti vedo bene, avvicinati> le dico. Si sposta e viene da me, la vedo meglio e noto le tette rifatte che generalmente non apprezzo molto, ma si è presentata nel giusto modo e quindi voglio darle una chance. Si stende di fianco mi si presenta come Pandora. So che è ormai una "resident" all'Andiamo ma sinceramente non ci avevo mai avuto a che fare, e a dirla tutta non è esattamente il mio tipo, troppo rifatta, ma ormai mi sono un po' riposato e la sua vivace proposta per niente velata di un pompino deluxe da dieci e lode mi piace ed è proprio ciò che voglio in quel momento, ma a parole son tutte brave e voglio vedere di che pasta è fatta(ok, più che altro è silicone, ma non intendevo esattamente quello Risatona). La tengo li a cazzeggiare un po', commentando le immagini di animali che passano sullo schermo e tira fuori un paio di battutine niente male guadagnando punti. Passa un'immagine di uccelli in volo e le dico <Ma il mio non vola>, e lei: <Lo faccio volare io!>, quindi scosta l'accappatoio, comincia ad accarezzarmelo ed avvicinandosi mi sussurra porcate indicibili mentre mi sfiora l'orecchio con le labbra. Inutile dire che il fratellino laggiù ha avuto un sussulto e se potesse parlare avrebbe sicuramente detto: "Ma sei coglione? Mettimi subito nella sua bocca, è un Ordine!". Insomma ha passato l'esame e mi ha convinto, le dico quindi di spostarci nello sgabuzzino(non quello dov'erano i tre di prima, ma quello più in basso). Va a prendere asciugamani e le sue cose e mi raggiunge al volo. Spendero' solo due parole su di lei e le sue doti Orali: "E' BRAVA". Non c'è molto da aggiungere, e non ho fatto altro con lei (oltre al tentativo di annegarla) tanto che dev'essergli andato qualcosa di traverso e con un colpo di tosse rantolato m'ha versato addosso una parte del sacro nettare, dicendo poi: "Eh! Scusami, Troppa roba! Non me l'aspettavo!", aggiungendo poi mentre si soffia il naso: <Anche qui!>. Al che il mio pensiero piu' sincero è stato: "Affoga tegame!". Ma ovviamente l'ho tenuto per me.Risatona In fondo a modo suo è pure simpatica, ma anche se fosse antipatica quel suo pompino selvaggio riuscirebbe ad appannare ogni difetto. Usciamo di li, le porgo il dovuto per il servizio e le dico: <Però prima di andare abbracciami e puntellami quelle tette di marmo addosso>, si presta volentieri al gioco, poi ribadisce il suo nome d'arte: <Ricorda, io sono Pandora!> si pubblicizza allegramente. <Ok Pandora, ci si vede in giro...> e se ne va sculettando.

Mi fiondo in doccia e vado al bar per un caffè. Mi sento a pezzi, bene, ma a pezzi. Credo di non avere più niente da dare o da fare nell'arena, ma è ancora presto e non ho voglia di tornare in hotel, quindi mi concedo il beneficio del dubbio e resto ancora un un paio d'ore in giro appollaiato sui divani a sonnecchiare, guardarmi in torno, e scambiare due parole con le donzelle che mi si avvicinano o che mi ritrovo accanto quando cambio di posto. Nell'angolino vicino alla cucina c'è quella bella gnocchetta di Ionela e sui divanetti di fronte in posizione "sirenetta" c'è la sua amica(un'altra morettina carina della quale adesso mi sfugge il nome), che vedendomi li distratto e solitario mi chiede, gesticolando a mo' di mimo, se voglio salire di sopra con lei e Ionela che avevo quasi accanto. La mia risposta è stata una faccia sbalordita degna del miglior Jim Carrey, almeno a giudicare dalla risata impulsiva che ha fatto lei subito dopo aver visto la mia espressione. Risatona Non insiste e già che son li, e nessuno la cercava, mi metto a chiacchierare a tratti con Ionela. Non l'avevo mai considerata per una camera, ma parlandoci un po' e riguardandola attentamente posso dire che è proprio carina, anche nei modi, e se non sapessi che il giorno dopo sarò ancora in giro per trombodromi sarei pure tentato di portarmela in camera. Per sfuggire all'inutile tentazione mi sposto sul divano più nascosto del locale cioè quello dietro la tendina a fili, vicino allo spogliatoio delle girls. Mai scelta fu più errata. Infatti nel giro di cinque minuti mi sfilano davanti una decina di bamboline di ogni forma e colore, tra cui anche la Soraya che mi nota li stravaccato e saluta tutta sorridente mentre va ricomporsi dopo l'ennesima discesa dalla camera. Io le faccio la linguaccia ed alzo a malapena la mano per ricambiare il saluto. Sono proprio cotto, meglio che mi ritiri se voglio godermi la giornata successiva. Uscendo saluto sommariamente Rebecca che sta baccagliando un cliente, Antonella che mi schiocca un bacetto volante mentre punto diretto allo spogliatoio, e quella simpatica pompinara di Irina che è in attesa del suo compenso in zona spogliatoi. E' circa mezzanotte, mi sistemo con calma e in dieci minuti, sono nuovamente in albergo a meditare sul da farsi il giorno dopo.

L'idea era quella di fare una puntatina veloce di un paio d'ore al Wellcum(anche per fare colazione/pranzo), e poi spostarmi a Nova Gorica per passare il resto della giornata al Marina, ma ripensando al giorno appena trascorso ed alla quantità di gnocche molto trombabili che c'erano in Andiamo, sono assalito dal dubbio se mandare a puttane i miei piani e tornare li per il secondo giorno di seguito. Alla fine me ne frego e penso sia meglio dormirci su e sprofondo ancora una volta nel morbido cuscino addormentandomi poco dopo mentre conto "le Pecorine"... Sorpreso

"4 FKK in 3 Giorni - CASA CARINTIA"

Scritto da Il Redattore.

Partenza Mercoledi' 20 Agosto e rientro il 23 mattina all'alba. Dovevo partire il martedi' per un mini tour di quattro giorni che mi avrebbe riportato in altrettanti locali: il Casa Carintia, l'Andiamo e il Wellcum in Austria, ed infine il Marina di Nova Gorica, ovviamente in Slovenia. Purtroppo ho dovuto rimandare la partenza di un giorno, e sebbene ad un certo punto abbia anche avuto la tentazione di tornare in Andiamo per due giorni consecutivi, alla fine ho deciso di rispettare "il programma" e visitare in qualche modo tutti e quattro i Trombodromi previsti. Premetto e prometto che non mi dilungherò eccessivamente sui dettagli ma le cose da dire sono tante, quindi mettetevi comodi e... Buona Lettura!Bocca danarosa

Giorno 1: CASA CARINTIA

Arrivo a Villach dove avevo prenotato una camera doppia uso singola a meno di 50€ a notte, in albergo sulla via principale arrivando da Tarvisio e prenotando la sera prima (Grazie BookingFico). Poco dopo le 18.00 sono a Feldchirchen, pronto per una piacevole serata in mezzo alle adorabili "ciCCine". 130€ e come al solito mi vengono consegnati i due gettoni da mezz'ora, l'accappatoio, e la chiave. La gentilissima receptionist mi augura buona permanenza ed entro in spogliatoio, finalmente. Ciabatte, svestizione, doccia veloce e vado al bar dove in quel momento trovo una decina di ragazze asserragliate come sempre sui divanetti e sugli sgabelli al bancone. Inquadro subito la cara Susan Baciognocca come non mai, ma impegnata da intensa conversazione con una collega, e vedo un altro paio di giovani signorine che sembrano papabili. Mi faccio dare una birretta dal solito "ragazzo tuttofare" e mi ritiro nella "Saletta Lap" in attesa di uno spettacolino. Infatti passano appena cinque minuti ed ecco che la musica cambia, il volume si alza, le luci si attenuano, e l'orda di ciCCine irrompe allegramente in sala. La prima ad arrivare è proprio Susan. Incrocio il suo sguardo, mi riconosce e la invito a sedermiis a fianco. Facciamo due chiacchiere mentre la sua collega "culona" ,della quale non ricordo il nome, si sta esibendo in uno spietato twerking aggrappata al palo. Simpatica ma non è il mio genere. Quando sta per finire, Susan si scusa dicendomi che ora tocca a lei, "No problem" dico io, quindi si alza e vola sul palo esibendo quel sinuoso corpicino e quel culetto d'oro che si ritrova. I maschietti in sala sono su di giri e credo qualcuno stia sbavando sul pavimento alla vista di tanta figaggine, ma tra tutto questo caos, oltre che dalla bella turca aggrappata al palo la mia attenzione è attirata da una peperina coi capelli scuri dal taglio sbarazzino, che incita senza sosta la nostra cara Susan e non si ferma un attimo. Finisce la musica e l'orda selvaggia si ritira, qualcuna sale in camera con i clienti e le altre tornano al bar. Anche Susan viene a prendere la borsetta e tutta sorridente si congeda e scompare verso lo spogliatoio delle girls. Torno al bancone, altra birretta e mi siedo sulla mia poltrona preferita fronte bar. Vedo la moretta di prima che continua a cazzeggiare allegramente con le colleghe, al che appena si gira verso di me la chiamo e si presenta: si fa chiamare Crystal, parla un italiano quasi perfetto e infatti dice di avere origini al 50% italiche e vedendola potrebbe anche essere, ma in fondo "chissenefrega", dico io Risatona. La trovo piacevole con quei capelli sbarazzini, un bel culetto piccolo e morbido al punto giusto, non una gran figa ma un metro e sessanta di belle proporzioni e un faccino simpatico sul quale sono incastonati due occhietti furbi e una invitante bocca da pompinara, unica pecca le tette(che però scoprirò solo in camera piccole e poco toniche, che pero' a conti fatti passano in secondo piano considerato tutto il resto). Quindi dopo aver sfumacchiato una sigaretta me la porto in camera. Le successive 2 ore trascorrono in un mix tra "Nozioni avanzate di kamasutra" e "Ma quant'è bello mangiar la topa" il tutto intervallato da piacevoli e sagaci scambi di battute e con l'ottima colonna sonora proveniente dal suo smartphone. Riassumendo, e senza scendere in dettagli pornografici, posso dire che Crystal è una ragazza molto intelligente, affabile, agile e porca a livelli eccelsi, non per niente si è meritata due ore del mio tempo e mi ha fatto dimenticare che ero andato li quasi esclusivamente per intrattenermi con la Susan, il che non è cosa da poco. ...Quando torniamo al piano terra, mi riprendo un attimo con un'altra birretta e mi rilasso nuovamente sui divanetti in sala lap. Poco dopo arriva anche Crystal che tutta pacioccosa e allegra, mi dice che la Susan la guardava un po' di traverso perchè pensava l'avrei portata in camera e invece sono stato su due ore con lei (a volte mi fanno morir da ridere queste pazzarelle). Poi, visto che in camera avevamo parlato di quanto fosse "agile", mi aveva promesso uno spettacolino e dopo un po' è andata a mettere la sua canzone e si è attaccata a quel palo dove ha dimostrato di saper esser estremamente sensuale anche in quel frangente tanto che c'era un gruppetto di giovani ragazzi locali che stava letteralmente ululando durante la sua performance. Appena scesa dalla pedana è tornata da me ma nel frattempo la saletta si è riempita nuovamente e stavolta si sono esibite Isabella insieme alla sua amica mora(della quale mi sfugge il nome), e a seguire quella gran topa della Luana. Crystal si diverte come una pazza a incitare le sue colleghe poi mi tiene compagnia per oltre un'ora, ma dopo deve abbandonarmi perchè mi aveva già detto che verso mezzanotte arrivava un suo cliente abituale e le portava un regalo. (non vi dirò mai cosa, ma credo fermamente che certa gente sia pazza o non abbia ben compreso che queste signorine, per quanto piacevoli, brave e umane, son pur sempre delle professioniste del sesso. Ma ovviamente non sta a me giudicare, ognuno fa quel che ritiene più appropriato Triste). Però prima che scompaia le dico che ho voglia di fare un altro giro e le chiedo un consiglio su quale delle sue colleghe potrebbe darmi una degna buonanotte. Mi dice subito "Angel" con la quale spesso si "accoppia" anche lei in quanto dichiaratamente bisex, quindi va a cercarla di la ma è appena salita con uno quindi niente. La seconda scelta a parer suo potrebbe essere isabel, ma avendo rivisto poco prima la Luana (anche se mi è sempre stata un po' sulle palle a pelle, per cosi' dire) me la faccio portare in saletta. Saluto la peperina che corre al suo appuntamento e rimango solo in saletta con la Luana, che continua a rimanermi sulle palle ma è comunque una gran topa. Scopro che anche lei è molto italianizzata e altre stupide amenità, poi senza tante moine andiamo di sopra. Metto subito in chiaro che la sua amica mi ha fatto stancare bene e le birrette che ho bevuto cominciano a farsi sentire, ma non si perde d'animo e si prodiga in un pompino d'esperienza che ben presto da i suoi frutti. Va avanti ancora un po' e poi, prima me la sbatte un po' in faccia continuando a succhiare con calma, e dopo incappuccia e mi violenta dolcemente saltellando con grazia sul regale augello. La prendo con calma e dopo un paio di cambio di pose artistiche, le birrette si fanno sentire quindi mollo la pecora e dopo aver scappucciato la faccio ricominciare a succhiare. Alla fine vedo le stelline mentre in preda a delirio mistico sparo l'ultima cartuccia della serata nella sua calda bocca, e poi muoio felice.

Finiti i giochi e saldati i conti, saluto e me ne vado, stanco ma appagato. Saluto alla cassa, fuori piove, anzi diluvia, ma in mezz'ora torno in albergo a Villach, sapendo che il giorno dopo non dovrò rientrare a casa ma sarò invece all'Andiamo. E con questo pensiero misto al ricordo della piacevole serata appena trascorsa, sprofondo nel cuscino e mi lascio andare ad un sonno profondo fino al mattino seguente...

"Ferragosto in Umido"

Scritto da Il Redattore.

No, non è una nuova ricetta culinaria, è solo che sta nuovamente piovendo come non ci fosse un domani e la cosa comincia ad essere leggermente fastidiosa.Arrabbiato Ed essendo rimasto a casa per svariati motivi, tra i quali una forte "carenza di opzioni", voglio rendervi partecipi della situazione(nel caso anche voi non abbiate cose migliori da fare in questa buffa giornata di metà mese).

Secondo i piani di un paio di settimane fa, in questo momento dovevo essere a...

"Summer TromboNews"

Scritto da Il Redattore.

Ciao amici del Trombodromo,

Eccoci nuovamente qui con l'appuntamento più o meno mensile delle Trombonews, per riassumere le novità (molte) del mese di luglio, e lanciare uno sguardo alla situazione di questo tiepido agosto appena cominciato.

Innanzi tutto parliamo del nuovo Sauna Club MARINA di Nova Gorica, che già a pochi giorni dall'apertura ha già raccolto una moltitudine di consensi e commenti positivi da parte dei frequentatori abituali dei Trombodromi carinziani, visto che il recente avvento del Wellcum di fatto non aveva ne spezzato il monopolio dell'Andiamo ne contribuito ad un abbassamento dei prezzi tra i due concorrenti, cosa che invece in molti si auguravano accadesse. Va detto che il tariffario del MARINA è pressochè identico a quelli dei sopracitati locali concorrenti, ma lo è anche...

"ANDIAMO - Home Sweet Home"

Scritto da Il Redattore.

12/07/14

Sabato mattina, partenza prevista alle 11.00. E infatti partiamo alle 12.00, perchè il solito BrodoBaggins ha avuto un contrattempo(forse la sua signora non riusciva a sganciare il collare, non lo sapremo mai con certezza ^_^). Viaggio rapido e con solo due soste, una per un fugace pranzo in autogrill e l'altra per l'acquisto della vignetten, tutto liscio eccetto un forte rallentamento verso bologna risolto in una decina di minuti, tant'è che alle 17.40 siamo di fronte all'albergo. Entriamo e ci godiamo la puntuale figura di merd figuraccia del solito YAO, che stavolta con il suo "inglese improvvisato" dichiara il suo amore allo scaldabagno asiatico che stava in reception uscendosene con un <<You are wonderful>>, che in realtà doveva essere un <<Lui è meraviglioso>> rivolto a me per costruire una battuta su una situazione del momento. Successivamente lo scaldabagno in questione è venuta a bussare ben due volte alla nostra porta, ufficialmente per portarci le chiavi del portone esterno(visto che dovevamo rientrare alle 4.00), ma il dubbio che avesse frainteso il complimento del nostro amico lo abbiamo avuto fino a che non ce ne siamo andati. LinguacciaVerso le 18.20 giungiamo alla meta, dove tanto per iniziare subito alla grande fa la sua comparsa in reception quella pornofiga di Adina in splendida forma, tutta nuda e canticchiante che nell'attesa ci ipnotizza un po' agitando le sue chiappe di marmo per poi tornarsene da dove era arrivata. Cominciamo bene, penso... E cosi', dopo il classico rituale della (s)vestizione e...

"Tette Tette Tette! ...Parliamone."

Scritto da Il Redattore.

Da sempre, tra le parti del corpo femminile piu' apprezzate e sognate dagli uomini ci sono senza dubbio loro, LE TETTE.

Penso sia capitato a tutti almeno una volta nella vita, di ammirare un bel paio di tette "D.O.C." e pensare, come affermava anche il buon Ceccherini nel film Il Ciclone dopo aver conosciuto (per rimanere in tema) "le spagnole" : <<Dio C'è. Ora C'ho Le Prove.>>. Ma è anche vero che ognuno di noi ha le proprie personalissime preferenze in materia, c'è chi adora quelle piccole e sode che non si scompongono mai, o chi non sa resistere a due "Megatette" di quelle che puoi affondarci la faccia fino a soffocare, o ancora chi perde la testa per una sana e genuina coppia di "Puppe a pera". Eppure, c'è un eterno nemico dell'uomo, che con i suoi artefatti è sempre pronto ad illuderci di aver trovato il "Santo Graal" del decoltè... Si, avete immaginato bene, sto parlando del...

"TromboNews di Giugno"

Scritto da Il Redattore.

Stavo per pubblicare le news di giugno(anche se di novità interessanti ce ne sono state poche in questo mese), quando girovagando in rete mi sono trovato davanti questa notizia: "Vogliono far chiudere gnoccatravels.com!". Al che mi sono interessato un po' alla vicenda ed infine ho deciso di dedicare quasi totalmente lo spazio delle TromboNews di questo mese a questo assurdo e increscioso fatto. Ma andiamo a vedere cos'è successo...

"Gli Uomini Preferiscono le Pompe!"

Scritto da Il Redattore.

Questo è il risultato dell'ultimo sondaggio proposto sulle pagine del Trombodromo.

L'argomento riguardava principalmente cosa vi piace fare e le posizioni sessuali che vi piacciono di più quando siete in compagnia di ragazze da bordello, da cui il titolo: "Con le Girls dei Trombodromi preferisco...", e tra le opzioni inserite ha vinto, senza nemmeno troppo clamore, "Un Buon Pompino" con il 23% delle preferenze dei votanti, mentre il secondo e terzo posto se lo sono giocati "l'Anale" e "La pecorina" con uno scarto di appena un punto percentuale, quindi quasi un pareggio. Stessa cosa per la quarta e la quinta posizione,

"E' tornata l'estate!"

Scritto da Il Redattore.

Ora Basta. Cosi' non va bene. Non se ne può più di questo scempio, mi fanno male gli occhi...

Finalmente è arrivata la bella stagione, e come ogni anno i vestiti si accorciano e la pelle si scopre. Le ragazze danno sfogo alla loro voglia di mettersi in mostra sfoderando abitini succinti che poco lasciano all'immaginazione, e spesso è un bel vedere ma... CAZZO! Ogni giorno vedo anche cose allucinanti. Rotoli di ciccia che strabordano dai fianchi, culi obesi dalla forma indefinibile, braccia che sembrano porchette, gambe che somigliano a quelle dell'omino michelin con la cellulite..

"Addio al Celibato... ANDIAMO !!"

Scritto da Il Redattore.

Doveva essere una festa "su larga scala", poi era diventata una gita in camper per sei amici intimi, e dopo ancora una gitarella in quattro. Alla fine siamo andati in tre: il futuro sposo YAO (se non ve lo ricordate leggete qui), il PrimoCittadinoOnorario, ed Il Redattore ovvero chi sta scrivendo queste righe...

Sabato 24 maggio, Orario di partenza previsto e rispettato: le 11.00, condizioni meteo favorevoli, temperatura sopra i 20°, Trombomobile in gran forma e appena lavata, insomma, tutto perfetto. Passiamo a prendere il futuro sposo e si parte...

"TromboNews di Maggio"

Scritto da Il Redattore.

Nelle ultime Trombonews ci siamo concentrati sull'Austria, quindi stavolta torniamo a dare anche una sbirciatina a quel che accade sul territorio tedesco.

E iniziamo con l'ARTEMIS, dove un amico che vive in zona berlinese afferma che, è si un bel locale, grande e con molta scelta sulla "cacciagione", ma allo stesso tempo il suo parere è che la media delle prestazioni non sempre è all'altezza del nome del locale. E' pur vero che li c'è una varietà maggiore di nazionalità, parlando di girls, e non si trovano solo le solite rumene(per quanto io mi sia sempre trovato molto bene con quest'ultime), ma è altrettanto vero che..

"Trombonews di Aprile"

Scritto da Il Redattore.

Le Trombonews di aprile.. a maggio? Ebbene si, mi scuso per il ritardo e prometto di offrire un caffè a tutti appena c'incontriamo in uno dei nostri locali preferiti.  Ok, aspettate un attimo. Cosa vorreste insinuare con: "i caffè sono gratis". ...In fondo, è il pensiero che conta , no?

Ed a proposito dei vostri trombodromi preferiti, vorrei riassumere in poche righe..

"Pasqua a CASA CARINTIA"

Scritto da Il Redattore.

Di fresco rientro dal weekend pasquale trascorso in austria e precisamente tra Villach e Feldkirchen, dove in compagnia del PrimoCittadinoOnorario, siamo tornati a visitare dopo mesi d'assenza il piccolo trombodromo situato a nord del pacifico Ossiacher See, ovvero il Römerbad Casa Carintia di Feldkirchen..

"Le Origini di un Puttaniere"

Scritto da Il Redattore.

Tutto ebbe inizio cosi'...

Era una tiepida serata di inizio d'autunno del 1997, quando uno dei ragazzi della compagnia disse "Andiamo a fare un PUTTANTOUR !" , che significava salire in macchina e andare a cercar prostitute, per strada, ovviamente. E quasi sicuramente africane, in quanto più economiche e numerose. Pochi minuti più tardi eravamo in quattro in macchina dell'amico di turno diretti verso uno dei posti popolati dalle "lucciole". Arrivati in zona c'era l'esperto(già citato in altre occasioni con il soprannome "YouAreOmbrellas") che faceva da cicerone, e girando per quelle quattro stradine, coi finestrini abbassati e l'adrenalina a mille, vediamo quell'orda di prostitute poco vestite e ammiccanti, alcune bellocce ed altre appena decenti, poi a un certo punto il nostro cicerone grida al pilota "Quella è Regina ! Vai vai vai, fermati li !". Al che il nostro amico al volante effettua una manovra vagamente rallystica e ci affianchiamo a questa bella ragazza di colore..

"TromboNews di Marzo"

Scritto da Il Redattore.

Primo appuntamento primaverile della nostra rubrica dedicata a gossip, novità, indiscrezioni e ultime notizie sul mondo dei Trombodromi.

Iniziamo subito col dire che al Oase c'è aria di tempesta, soprattutto per quanto riguarda le ragazze che ci lavorano, in quanto la direzione del locale ha imposto nuove regole(dopo quella molto discussa della limitazione sui pasti gratuiti per i clienti) ed infatti sembra che..

"CASA CARINTIA. Inferno o paradiso?"

Scritto da Il Redattore.

Quest'oggi, essendo a riposo dal lavoro a causa di un maledettissimo quanto banale mal di schiena, sono rimasto a casa a riposare le stanche membra, e non sapendo come passare il tempo ho deciso di curiosare in giro per la rete in previsione del prossimo assalto in terra austriaca, quindi avendo l'idea di recarmi al CasaCarintia per un rapido toccata e fuga,

"Recensione: WELLCUM 8 marzo"

Scritto da tigrottosolitario.

Nella giornata della festa della donna 2014, ovvero l'otto marzo, il nostro tigrottosolitario ed altri prodi viaggiatori, partendo dalla loro amata Puglia hanno compiuto l'impresa di raggiungere il piccolo paesino di Hohenthurn per "toccare con mano" questo nuovo trombodromo denominato Wellcum...(n.d.r.)

"La Fucina delle Puttane"

Scritto da Il Redattore.

Appena un paio di giorni fa è giunto a conclusione il primo sondaggio dell'anno, intitolato "Di che Nazionalità sono le tue Girls Preferite nei Trombodromi?", andiamo dunque a vedere quali sono i risultati della classifica finale...

Partendo dal basso possiamo notare subito che "l'Africa" non ha ricevuto nemmeno un voto, e a pensarci bene non c'è da meravigliarsene molto visto che non è assolutamente una rinomata "fabbrica" di donzelle da Trombodromo. Andando avanti troviamo nelle ultimissime posizioni tra i paesi in gara, Spagna, Slovacchia, e Kazakistan con lo 0.9% dei voti, seguiti a brevissima distanza dalla prima vera sorpresa di questo sondaggio, ovvero la Polonia che pensavamo raggiungesse le prime posizioni vista la presenza abbastanza abituale di alcune esponenti di questo paese nella maggior parte dei Trombodromi, invece con il suo 1.8% si attesta poco sopra i fanalini di coda, cose che capitano. Poco più avanti con ancora una manciata di voti in più

"TromboNews di Febbraio"

Scritto da Il Redattore.

E siamo nuovamente giunti al nostro ormai consueto appuntamento con le notizie ed i rumors più rilevanti del mese.

Come abbiamo già accennato pochi giorni fa, in questo periodo il tempo è tiranno, ma poichè l'informazione è un bene prezioso, andiamo a vedere quali sono le Trombonews del febbraio di questo promettente 2014.

Segnaliamo innanzitutto diverse impressioni positive che riguardano lo..

"Buon Compleanno Trombodromo!"

Scritto da Il Redattore.

Ancora stento a crederci ma... E' già passato un anno. Ebbene si, il 18 febbraio del 2013 fece la sua comparsa sul web, la prima versione del sito di Trombodromo.com , un progetto nato "Da un'idea di una sera invernale di qualche anno addietro", proprio come avevamo scritto il giorno precedente nel primo articolo di presentazione...E dopo aver concluso il primo giro di calendario

"TromboNews di Gennaio"

Scritto da Il Redattore.

Con un lieve ritardo, e per la prima volta in questo nuovo anno, ritorna l'angolo delle notizie su Trombodromi e dintorni.

Prima di andare avanti vi invito a leggere l'approfondimento riguardante il pessimo servizio di Lucignolo dedicato ai Trombodromi carinziani, per il quale siamo stati contattati e indirettamente coinvolti, ma senza ottenere i risultati sperati in fase di aiuto ai reporter che se ne sono poi occupati.

Adesso però entriamo nel vivo delle News e iniziamo col dire che questo 2014 è partito alla grande con due inedite feste di capodanno nei due locali più in voga tra quelli vicini ai nostri italici confini, e

"Dietro le quinte di: I FRONTALIERI DEL SESSO - Lucignolo 2.0"

Scritto da Il Redattore.

Ho lasciato trascorrere un paio di settimane prima di parlarvi di questa cosa. Un pò perchè sono stato impegnato con altre faccende personali, e un pò perchè stavo pensando se scrivere o meno questo breve articolo. Alla fine, liberatomi dagli impegni, ho deciso di farlo, anche perchè il servizio andato in onda il 12 gennaio su italia uno, all'interno della trasmissione televisiva Lucignolo 2.0 , ha avuto un notevole riscontro in termini di spettatori ma soprattutto di "commentatori" sul web. ...La storia dietro le quinte che vi voglio raccontare è questa:

"Badoo e la Topa, istruzioni per l'uso."

Scritto da Il Redattore.

Salve amici del Trombodromo,

Come promesso nell'ultimo articolo, nel quale abbiamo preso in esame il mondo delle VideoChat erotiche, vorrei riprendere il filone iniziato con Chatroulette e parlarvi dell'altrettanto noto Badoo, che altro non è che una community d'incontri online mischiata con una punta di social network, tant'è che vi si può addirittura effettuare l'accesso anche tramite il prorio account di facebook. Una volta dentro, dopo eserci iscritti (gratuitamente), potremo creare un profilo personale, inserire le nostre foto, vedere quelle degli altri, esprimere quindi le nostre preferenze tramite voti sulle immagini, o decidere se ci piacerebbe incontrare o no (ma è previsto anche un più moderato "forse") le persone che ci vengono proposte dal sistema o che cercheremo accuratamente in base alle nostre preferenze di località, età, sesso ed interessi comuni. E per completare e condire il tutto, avremo a disposizione una chat e diverse opzioni per aumentare la nostra visibilità e capacità di interazione, ma ovviamente queste ultime saranno a pagamento. Questo in sostanza è il servizio offerto dalla piattaforma...

...Ma ovviamente l'aspetto di Badoo che più ci interessa è

"ANDIAMO vs. WELLCUM - La Sfida." (seconda parte)

Scritto da Il Redattore.

Domenica 5 gennaio,

Una breve nottata di sonno irrequieto mi accompagna verso l'inizio del secondo giorno di questa gita. Mi sveglio prima degli altri che alle 10.00 stavano ancora beatamente russando nei loro giacigli. Decido quindi di lasciare i pargoletti a sognare le loro signorine preferite e senza far troppo rumore mi vesto e faccio un breve giretto per i corridoi del residence. Calma piatta e un bel silenzio che mi lascia libero di pensare alle due voraci vampirelle incontrate al Wellcum la sera prima,

Altri articoli...