In Evidenza

"ANDIAMO - Home Sweet Home"

Scritto da Il Redattore.

Giusto la settimana scorsa stavo tentando di organizzare una gitarella in Carinzia insieme al PrimoCittadino ma, un po' per il pensiero del prossimo tour tedesco e un po' per gli altri rispettivi impegni personali, non eravamo ancora giunti a niente di concreto, poi, giovedi' squilla il telefono. Rispondo e dall'altra parte c'è quel bischero del mio amico che mi dice <<Allora noi sabato ANDIAMO! ...Vieni?">>. Questa non me l'aspettavo, ma come si suol dire "mi casca a fagiolo", al che contatto il PrimoCittadino, che pero' declina l'invito perchè le previsioni meteo in quel di Villach erano pessime (o almeno questa è la versione ufficiale), quindi informo gli altri e mi confermano che siamo in tre. Poi mi occupo al volo di cercare un'albergo low cost, che anche con cosi' poco preavviso, riesco a trovare nella zona di Drobollach, a nord del Faaker See nonchè a meno di dieci minuti dall'Andiamo. Camera con due stanze, bagno, balcone e tre comodi letti, in un hotel discreto e confortevole per un totale di 105 euro, ovvero 35 a testa. ...Ormai il buon booking.com è una sicurezza.

Sabato mattina, partenza prevista alle 11.00. E infatti partiamo alle 12.00, perchè il solito BrodoBaggins ha avuto un contrattempo(forse la sua signora non riusciva a sganciare il collare, non lo sapremo mai con certezza ^_^). Viaggio rapido e con solo due soste, una per un fugace pranzo in autogrill e l'altra per l'acquisto della vignetten, tutto liscio eccetto un forte rallentamento verso bologna risolto in una decina di minuti, tant'è che alle 17.40 siamo di fronte all'albergo. Entriamo e ci godiamo la puntuale figura di merd figuraccia del solito YAO, che stavolta con il suo "inglese improvvisato" dichiara il suo amore allo scaldabagno asiatico che stava in reception uscendosene con un <<You are wonderful>>, che in realtà doveva essere un <<Lui è meraviglioso>> rivolto a me per costruire una battuta su una situazione del momento. Successivamente lo scaldabagno in questione è venuta a bussare ben due volte alla nostra porta, ufficialmente per portarci le chiavi del portone esterno(visto che dovevamo rientrare alle 4.00), ma il dubbio che avesse frainteso il complimento del nostro amico lo abbiamo avuto fino a che non ce ne siamo andati. Risatona

Verso le 18.20 giungiamo alla meta, dove tanto per iniziare subito alla grande fa la sua comparsa in reception quella pornofiga di Adina in splendida forma, tutta nuda e canticchiante che nell'attesa ci ipnotizza un po' agitando le sue chiappe di marmo per poi tornarsene da dove era arrivata. Cominciamo bene, penso... E cosi', dopo il classico rituale della (s)vestizione e qualche madonna per chiudere gli armadietti, entriamo ancora una volta nell'arena. C'è movimento, ma non troppo caos, azzarderei dire che il numero delle girls è pari a quello degli accappatoi, almeno in quel momento. Prendiamo subito posto al bar per un caffè, in attesa dei primi assalti che non tardano ad arrivare, e tra vecchie conoscenze e volti nuovi intervistiamo e ci spupazziamo una quindicina di signorine, alcune piu' tranquille e affabili altre invece un po' piu' ansiose di far cassa, comunque a livello estetico le troviamo quasi tutte molto trombabili, infatti a fine giornata avremo visto non piu' di 5 o 6 "indegne", mentre le altre erano ok, e devo ammettere che da questo punto di vista l'Andiamo è quasi imbattibile. Poco piu' tardi, il primo ad aprire le danze è BrodoBaggins che dopo essersi intrattenuto per cinque minuti con Heidi, si lascia rapire da quest'ultima e va a godersela al piano di sopra, poi tocca a YAO che dopo aver conosciuto personalmente la "famosa" Selena, decide di portarsela in camera nonostante il mio consiglio di lasciarsela a piu' tardi perchè lo avrebbe sicuramente "stroncato". Passano si e no due minuti e mentre vago intorno al bancone del bar incontro Roxana che mi si avvicina baldanzosa e dopo averla avvinghiata saldamente per le chiappe, premendola a me sul "regale augello", deve aver sentito di aver avuto un buon effetto e mi ha invitato a seguirla nel cinema, dicendomi che di sopra c'era da aspettare per le camere, quindi ci siamo infilati nel primo sgabuzzino, quello piu' vicino allo schermo, e dopo una fellatio contornata da slinguate un po' ovunque, ha preso l'iniziativa e mi ha tecnicamente violentato lanciandosi in una passionale cavalcata dominata da quella sua innata sensualità che ti fa quasi perdere la ragione, fino a che non le ho detto che preferivo "liberare" il fratellino e concludere con l'aiuto della sua bella bocca e delle sue delicate manine, e come spesso accade quando mi ritrovo a "pornificare" nello sgabuzzo del cinema, il round si conclude con una copiosa e incontrollabile venuta "ovunque", tant'è che pure lei ridacchia soddisfatta del suo lavoro, bella maiala^_^. Quindi poco prima della mezz'ora(cosa rara per il sottoscritto) usciamo dall'anfratto, le saldo il conto e dopo una rapida doccia rinfrescante torno in sala ad attendere gli altri due bischeri(che mi diranno poi di aver fatto quasi mezz'ora di attesa per le camere), ma non faccio in tempo a sedermi e subito arriva Irina, sempre carinissima e simpatica, che si siede sulle mie gambe e mi tiene compagnia fino al ritorno di BrodoBaggins, anche perchè le ho subito detto che stavo aspettando gli amici per andare a mangiare ma che prima di andarmene avrei gradito la sua compagnia anche in camera, quindi appena non sono piu' solo scappa via e mi da appuntamento a piu' tardi congedandosi con quel suo irresistibile allegro sorriso. Poco dopo arriva anche l'altro bischero, tutto sconvolto ed esultante mentre afferma: <<Roba da matti, la piu' bella scopata di sempre, la fia piu' maiala del mondo, lingua e leccate dappertutto, dita ovunque, poi m'ha offerto il culo, un c'ho capito piu' nulla e gl'ho sbrodato in culo. Che culo, che culo che culo!.>>, in realtà ha aggiunto altri particolari, ma qui non vorrei essere troppo volgare... Andiamo quindi a rifocillarci al ristorante, dove l'offerta di cibo non è molto ampia, ma la carne(una sorta di involtini di maiale ripieni di qualcosa) e le verdure, non sono affatto male. La pasta invece non so, ma a vederla non mi ispirava poi cosi' tanto, comunque qualcosa di buono lo si trova sempre. Nota curiosa: è la prima volta che vedo la sala pranzo al completo ma piena di soli uomini, infatti nemmeno una delle circa cinquanta Andiamine presenti decide di dedicarsi al cibo durante quella mezz'ora, ma probabilmente perchè erano tutte impegnate, tant'è che nonostante il locale non fosse strapieno come in altre occasioni, fino a dopo la mezzanotte c'era ancora la fila sui divanetti al piano superiore per l'attesa di camere libere. Tornati in arena, la tregua del dopocena dura ben poco perchè appena finisco di sorseggiare il mio caffè spunta alle mie spalle Irina che insinuandosi tra gli sgabelli mi salta in braccio e domanda <<Hai mangiato?>>, al che le ho risposto <<Si, ed ho appena finito di bere il caffè, quindi ora ci fumiamo una sigaretta e poi andiamo di sopra a fare le porcate>>. I successivi cinque minuti li passo ascoltando i discorsi dei due bischeri li accanto e fumacchiando la mia marlboro, con lei che mi stuzzica e sempre col sorriso sulle labbra mi sussurra all'orecchio: <<Ora andiamo in camera, poi ti lecco tutto giu' tra le palle, e poi fino alla punta... e poi lo faccio sparire in bocca fino in gola, e se vuoi mi lecchi anche tu perchè a me piace e poi è piu' bello...>> (vi risparmio gli ultimi dettagli ma avete capito la situazione), quindi appena espirata l'ultima boccata di fumo spengo la sigaretta e prendendole delicatamente la testa tra le mani, dopo averle schioccato un bacetto su quelle morbide labbra, le dico <<Mi avevi già convinto a "Palle", andiamo su.>> Senza dilungarmi troppo nel descrivere quel che è accaduto in camera, aggiungo solo che la ragazza ci sa fare(soprattutto con bocca e lingua), che ha mantenuto tutto quello che aveva promesso, e che oltre ad essere una gran porca da combattimento è di una dolcezza disarmante. Nota curiosa: Le avevo chiesto se potevamo mettere "Brasile - Olanda" alla tv in camera, tanto per avere un sottofondo diverso dal solito, e alla fine ho concluso l'incontro esplodendo di piacere nella sua accogliente bocca proprio mentre l'arbitro fischiava la fine della partita. Grazie arbitro, tempismo perfetto. Al momento del saldo lascio ad Irina anche un decino di mancia, primo perchè mi è simpatica, secondo perchè stava per darmi il resto appena ha visto che erano troppi, e terzo perchè mi andava di farlo, nonostante sia solitamente contrario a queste pratiche che alla lunga sono controproducenti per la clientela (ma in fondo 190 o 200 fa poca differenza).

Torno nuovamente in sala e trovo i due baiocchi appostati al bancone a cazzeggiare, in realtà prima di vederli ho fatto un giro completo del bar, tant'è che appena li raggiungo mi prendono in giro chiedendomi cosa mi avesse fatto la bella signorina al piano di sopra, e ovviamente la risposta è stata:<<Tanta roba ragazzi, Tanta roba>>. Nel frattempo anche loro erano stati in dolce compagnia, uno con la bambolina bulgara Naomi dalla quale è stato "abbattuto" nello sgabuzzino del cinema in soli Sette Minuti grazie ad un pompino da 10 e lode, e l'altro con Shakira per una mezz'ora senza infamia e senza lode, quindi son rientrati entrambi in sala prima di me. Ci spostiamo varie volte tra il bar e i divanetti, mentre tra una chiacchiera e una bevuta, veniamo ancora approcciati dalle girls che vagano per il locale, come Crina che durante la serata mi ha placcato talmente tante volte che alla fine non sapevo nemmeno piu' che cosa dirle per levarmela letteralmente dal cazzo, anche se in verità, nonostante sia una "scassapalle" a me non dispiace e mi ci trovo bene, solo che stavolta c'è veramente troppa scelta per concedermi una camera con lei (sarà per la prossima volta, mia cara "nanabastarda"). Poi mentre siamo sugli sgabelli da lato del vecchio palo da lap dance(dove tra l'altro staziona solitamente la Juliana), arriva una morettina che si ferma un attimo li di fianco e dopo aver chiesto permesso s'infila tra me e i compari, chiede qualcosa a Dragana la barista, poi si volta e indicando le mie gambe domanda <<Posso?>>, <<Fai pure>> le dico, e adagia senza troppi complimenti le sue terga direttamente sul mio "pacco". Rosalee(o come diavolo si chiama) è una ragazzetta dai tratti vagamente zingareschi, capelli lunghi, un bel fisico asciutto, carnagione scura e pelle abbronzata, due tettine piccole ma perfette su quel corpino sinuoso e agile, cosi' come il suo culetto che seppur piccolo ha una certa morbidezza che invoglia a vederlo "a pecora" e non da meno, sta su come dovrebbe star su il culo di una quasi ventiquattrenne (e non ha niente a che fare con i "bassi culi del melanzanistan"). La ragazza pura parlando anche un discreto italiano, non è una gran chiacchierona, sta li arrampicata sulle mie gambe si muove, ogni tanto dimena le chiappette a tempo di musica e mi guarda con quei suoi occhioni marroni. Nel frattempo le chiedo le solite cose, da dove viene(romania), da quanto lavora li dentro(due giorni), ed altre amenità, giusto per farla parlare un po'. Poi a un certo punto il buon YAO seduto li accanto tenta di entrare in conversazione, le chiede come si chiama <<Rosalee>>, risponde lei, <<ROSALIA?>>, ribatte il mio amico. Al che entro nel discorso e gli dico <<Si si, Rosalia, è siciliana!>>. A questo punto si interessa vagamente anche l'altro compare e si apre un teatrino nel quale loro tentano di capire se fosse realmente italiana o che altro, e lei apparentemente molto divertita dalla cosa, sta al gioco assecondando le mie affermazioni e dichiarandosi siciliana <<Di Catania!>> aggiunge. Al questo puto YAO le chiede di dirgli qualcosa in dialetto siciliano, lei se la ride e sta zitta, poi le suggerisco una cosa all'orecchio e lei se ne esce con: <<"Siete dei sugaminghi">>. Per un momento li vedo spiazzati, ma poi si rendono conto dalle nostre risate che è tutto uno scherzo e il teatrino delle cazzate si chiude. Rosalee riprende di tanto in tanto a fissarmi, al che guardandola dritta negli occhi con espressione convinta e fasullamente seria le dico <<Inutile che ci provi. Non ci riesci ad ipnotizzarmi>>. Resiste tre secondi poi scoppia a ridere e mi schiocca un bacetto. <<Sei simpatico>> mi dice, <<E te sei tanto bona>> rispondo accarezzando il suo ventre piatto e perfettamente tirato come la pelle di un tamburo. Ormai è passata quasi mezz'ora da quando ce l'ho incollata addosso ed il fratellino pelato laggiu' comincia a domandarsi che cazzo stia facendo invece di andare in camera con "la siciliana". Penso che giunto sia il momento giusto di portarla in camera(anche perchè altrimenti la pecorizzo sul bancone del bar), e stranamente lei non salta giu' come una molal per andare a prendere gli asciugamani come fanno quasi tutte, ma scivola delicatamente giu' dallo sgabello, mi si avvinghia un attimo addosso e poi dando una strizzatina con la mano al "fra pelato" mi dice <<Torno subito, aspettami>>, <<Dove diavolo devo andare?>> ribatto. Se ne va ridacchiando e torna un minuto piu' tardi pronta per salire. Al piano superiore c'è ancora un po' di coda per avere una camera libera quindi ci sediamo su un divano e nell'attesa mentre lei si riposa un po' appoggiata a me, la osservo un attimo, poi chiudo gli occhi e accarezzandola delicatamente mi godo quegli attimi di pace assoluta in compagnia di questa "zingarella". Finalmente si libera una camera e andiamo. Nel corridoio incrocio nuovamente Irina che aveva appena concluso l'ennesima prestazione e che vedendomi con "la nuova arrivata" sgrana gli occhioni, accenna un sorriso beffardo e scompare seguita a ruota dal suo ultimo cliente. In camera "la siciliana" continua a non essere molto loquace ma la cosa passa subito in secondo piano perchè appena sistemati si fionda sul lettone e con un'apertura di gambe da far invidia alla piu' navigata pornostar, comincia a toccarsi maliziosamente la figa e m'invita ad assaggiarla, ma invece di lanciarmi a banchettare tra le sue cosce preferisco rimanere in piedi a bordo letto per saggiare le sue doti di "sucaminchia". Quindi seppur quasi "offesa" per il rifiuto, comincia farmi impazzire con un pompino veramente ben eseguito, poggia le mani sul letto, si "pecorizza", e continua a pompare incessantemente senza l'aiuto delle mani, con qualche affondo di tanto in tanto che mi fa vedere le stelline, poi la fermo un attimo e mi stendo rilassato sul letto, il tutto si trasforma in un 69 molto intenso, con lei che continua a pompare come un'idrovora ed io che mi diverto ad esaminarle la topa con la sola lingua, mentre godo come un opossum. L'idea era però quella di Trombarla, perchè un corpicino come quello merita sicuramente una bella pecora, e tutto il resto. Le chiedo di cavalcarmi un po' e... Perdio, la ragazza ci sa fare! Salta sul pezzo e si prodiga in una serie di cavalcate cambiando spesso ritmo e posizione delle gambe, dapprima strusciandosi a contatto con la mia pelle per poi arrivare a rimanere sollevata sopra di me poggiando solo i piedi al letto e facendo entrare ed uscire il fratellino dal suo caldo pertugio praticamente senza toccarmi. Quello che io chiamo "pompino fatto con la figa", e non avevo ancora trovato nessun'altra la dentro, a parte la "principessa Valeria", che lo sapesse eseguire con cotanta acrobatica maestria. Un po' sorpreso ma soprattutto preso, rischio di concludere i giochi, ma visto che lei m'ispira molta maialaggine, ed ancora non l'ho "pecorizzata", ho in mente di rimanere un'ora a godermela, quindi la interrompo e rimedio subito. La vista di quel culetto rivolto al cielo è favolosa e lo spettacolo continua, poi pero' voglio vederla in faccia e la rigiro ancora mettendomi in ginocchio di fronte a lei, che con la sua apertura di gambe rende tutto piu' piacevole ripiegandosi praticamente su se stessa mentre me la godo godo cosi' mentre si strizza le tettine e mi fissa. Per il finale ho in mente qualcosa di scenografico che mi rimanga impresso nella mente e quindi dopo aver abbandonato la sua calda e accogliente caverna, "scappuccio" e portandomi sopra di lei la invito a succhiare nuovamente fino a quando, sentendo che la fine era vicina, mi allontano un po' dal suo viso e stando a cavalcioni sul di lei ventre, con l'aiuto delle sue abili mani la inondo del sacro nettare dalle tettine al viso gustandomi questa scena madre mentre lei continua a spremere il "regale augello" che ormai esausto non ha piu' niente da offrire. Poi scivolo di lato e baciandole il capezzolo che non era stato investito dallo "tsunami", chiudo gli occhi mi accascio ignobilmente stremato sul letto con gli uccellini (rigorosamente Passere, sia chiaro) che mi girano intorno cinguettando. Si conclude cosi' il terzo round del giorno, solita doccia, scendiamo, saldo il dovuto a Rosalee ormai ribattezzata "la siciliana" e torno in sala dove i due compagni di scorribande mi stanno aspettando in compagnia, guarda caso, di Irina, che nel frattempo aveva tenuto compagnia per una mezz'ora anche a BrodoBaggins che ne ha testato personalmente la bonta di "GranMaestra della pompa" uscendone soddisfatto al 100%. Appena mi siedo mi chiedono quasi all'unisono <<Allora? com'è andata con quella li?>> , <<Tutto bene>> rispondo al volo senza entrare nei dettagli. Al che, Irina con un'espressione di finto disgusto, mentre trattiene a stento le risate, dice << Ma perchè sei andato con lei, e' brutta!>>. Gli altri due stronzi se la ridono ed infieriscono commentando "la siciliana", ma io sto troppo bene e sono troppo stordito per seguirli quindi la cosa finisce li. Irina continua vagamente a sbeffeggiare la sua nuova collega, poi si sporge su di me "appecorandosi" sul divanetto per salutare un croato seduto li vicino, ed io ne approfitto per darle una sonora pacca sul culo(una goliardica sculacciata, direi) per la quale ride come una matta, mentre il buon Yao, seduto li dietro sembra molto preso dalla sua topa in bella vista. E in mezzo a tutto questo delirio, ecco che d'improvviso sul palchetto da lap(quello nuovo) appare il "matto" del gruppetto dei bolognesi(o romagnoli, comunque di quelle zone la) che seguito dal faretto e vestito di un'improbabile t-shirt e di altrettando buffe mutande comincia a dimenarsi sguaiatamente attirando in un modo o nell'altro, l'attenzione dei presenti in sala. Un matto simpatico, dico io...
L'attenzione si sposta poi al fatto che il nostro YAO, dopo aver avuto un'incontro molto soddisfacente con la bambolina bulgara Vanessa, sta meditando di farsi fare un bel pompino per concludere in bellezza la serata, ma non riesce a scegliere la sua ultima "preda" nonostante sia io che il nostro comune amico gli stiamo consigliando di farsi prendere in cura dalla Irina, che si è ormai accampata li con noi anche per questo oltre che per il fatto che l'ora è tarda e la stanchezza comincia a farsi sentire, e comunque il locale si sta pian piano svuotando. Siamo sui divanetti vicino al cinema e le nostre amichette passano di li per scomparire nei loro spogliatoi e tornarsene a casa. E' il momento dei saluti, anche Irina decide di chiudere i giochi e se ne va. Restiamo un po' a parlare tra noi di cose futili, sembra quasi di stare al bar sottocasa, se non si considera il particolare delle Andiamine nude che gironzolano ancora in sala. La solita instancabile Crina che rompe le pelotas anche ai muri con la sua vocina odiosa, la statuaria Adina che col suo fare da pornodiva fa sempre la sua porca figura la in mezzo, un paio di new entry a me sconosciute che sono intente ad accalappiarsi gli ultimi clienti del giorno, altre sono in compagnia dei loro clienti "fidelizzati", altre ancora, come Hillary stanno salutando colleghe e conoscenti per poi andare a riposare, e poi ci sono le solite facce note, che pur non conoscendoli di persona hanno qualcosa di familiare perchè li vedi spesso la dentro ed ormai ci si riconosce anche se in realtà non ci conosciamo.

Sono ormai piu' di cinque anni che frequento questo locale, e ne è passata d'acqua sotto i ponti da quando quel giorno di febbraio, a due settimane dall'apertura, insieme all'amico BrodoBaggins abbiamo conosciuto la mitica Laura appena arrivata e che ancora aveva le tette originali e parlava tre parole d'italiano, ed il duo delle magiche polacchine che, unte come due tonni sott'olio, riuscivano sempre a portarsi in camera uno dopo l'altro tutti i clienti presenti in sala, anche perchè erano assai pochi e la concorrenza era misera. Poi venne quella pazzerella della Lidia con la su' sorella, la Lilli, la Valeria, Daria,  la dolce Hillary, la piccola Michelle, Paula, Coco, dopo ancora la Juliana, Sharlene, Emma la guerriera, la Vicky e tante altre presenze storiche cosi' come altrettante ottime comparse, impossibile citarle tutte. E poi le Andiamine che si son trasformate in bariste o cassiere, la gente che lavora la dentro, o ancora la stessa cittadina di Villach, un tempo sconosciuta, adesso esplorata in lungo e largo... Ma quello che intendo dire è che in questi anni, quello che al'inizio era un bel locale, una eccitante novità, un angolo di paradiso, chiamatelo come vi pare, nel tempo è diventato anche qualcosa di piu'. Un porto sicuro per trascorrere del tempo in compagnia di facce(ma anche di tette) piu' o meno note, un rifugio per "gente come noi" che vuole solo starsene in pace e rilassarsi in mezzo alla topa, un posto che, pur lontano anni luce dalla routine giornaliera, in qualche modo ormai sa di casa. Dev'essere per questo che ormai ogni volta, come anche quest'ultima, quando arriva il momento di andarsene non sento piu' quel senso di "vuoto" che provavo le prime volte, ma so che prima o poi, che sia una settimana, un mese, o un anno, alla fine tornerò a sorseggiare quel tanto amato quanto pessimo caffè in compagnia di amici e circondato da splendidi angeli senza veli, che tra una sigaretta due risate e una birra, mi faranno godere della loro lussuria in cambio di un'insignificante manciata di denaro.

E come dissi già qualche anno fa...

Cosi' è l'Andiamo, cosi' siam Noi che lo frequentiamo.

 

Ciao ciao "FaveCaffeinate". Bocca danarosa

"Tette Tette Tette! ...Parliamone."

Scritto da Il Redattore.

Da sempre, tra le parti del corpo femminile piu' apprezzate e sognate dagli uomini ci sono senza dubbio loro, LE TETTE.

Penso sia capitato a tutti almeno una volta nella vita, di ammirare un bel paio di tette "D.O.C." e pensare, come affermava anche il buon Ceccherini nel film Il Ciclone dopo aver conosciuto (per rimanere in tema) "le spagnole" : <<Dio C'è. Ora C'ho Le Prove.>>. Ma è anche vero che ognuno di noi ha le proprie personalissime preferenze in materia, c'è chi adora quelle piccole e sode che non si scompongono mai, o chi non sa resistere a due "Megatette" di quelle che puoi affondarci la faccia fino a soffocare, o ancora chi perde la testa per una sana e genuina coppia di "Puppe a pera". Eppure, c'è un eterno nemico dell'uomo, che con i suoi artefatti è sempre pronto ad illuderci di aver trovato il "Santo Graal" del decoltè... Si, avete immaginato bene, sto parlando del REGGISENO! Troppe volte capita, dopo che la donzella di turno se l'è tolto, di rimanere delusi dalle forme poco dignitose che questo "subdolo" indumento celava ai nostri occhi sublimando tette a volte cadenti, altre ancora inesistenti(meledetti push up), per poi lasciarci con l'amaro sapore della delusione di un bel sogno infranto. Ma per nostra fortuna anche in questo caso i Trombodromi sono dalla nostra parte, perchè in questi paradisi della topa le ragazze generalmente non indossano vestiti, ne tantomeno i maledettissimi reggiseni, ed il trovarsi ad ammirare cotanta natura allo "stato brado", oltre ad essere un piacere per gli occhi, da anche la possibilità di individuare e scegliere quel che piu' ci piace, senza sorprese e senza il rischio di tristi delusioni, il che, a parer mio, è una gran bella cosa. Non so voi, ma personalmente, a livello puramente visivo preferisco seni piccoli e sodi una prima o una seconda, "che puntano al cielo" sfidando la forza di gravità, e soprattutto con una perfetta forma a goccia che solo i seni piccoli possono avere. Ovviamente non disdegno tutto il resto, ed ogni corpo merita le giuste proporzioni e le forme adatte (su alcune donne una seconda di tette sarebbe un affronto a madre natura). E poi, come si fa a non impazzire per due belle tettone morbide, piene e naturali, quando a portarle in giro è una bella ragazza dal corpo agile e snello. Si, sono d'accordo che siano una rarità, ma quando capita poi vien da dire: "Dio C'è" (e se lo dico io che sono ateo, la cosa ha un suo perchè...Sorridente ).

Ma dato che siamo qui a parlare di tette, abbiamo provato, tra il serio e il faceto, a selezionarne 10 tipologie che credo siano le piu' rappresentative:

  1. Tettine - Seni piccoli, una prima o massimo una seconda, adorabili sul giovane corpo di una ventenne in forma, sono invece poco piu' che insignificanti su donne "meno giovani".
  2. Puppe a Pera - Sempre gradite, purchè sufficientemente "piene". A differenza di altre, questa categoria di tette esprime forse il suo massimo grado di erotismo se velatamente coperte da indumenti leggeri e "svolazzanti" che ne lasciano intravedere e intuire le peccaminose forme.
  3. Tette a Banana - Dette anche "a Trampolino", per la forma che ricorda molto un trampolino da sci. Solitamente di dimensioni medio/grandi, devono la loro forma sostanzialmente alla loro tenacia nel voler "puntare al cielo" nonostante la forza di gravità che le trascina verso verso il basso. Notevoli, se piace il genere, ma solo fino a una certa età... Perchè prima o poi la gravità vince e la tenacia viene meno.
  4. Tette a Missile - Che dire... Avete presente i robot femminili tanto in voga nei cartoni animati degli anni 80? Si'? ...Ecco, avete capito.
  5. Big BOOBS -  Ovvero "Grandi TETTE" o se preferite "Il Sacro Graal dei Tettomani". Dalla quinta misura in poi rientrano di diritto in questa categoria. E' cosa rara, ma non impossibile, trovarle su un corpo sinuoso e snello, assai piu' facilmente invece si possono trovare su donne di ogni età che non rientrano esattamente nel loro peso forma e per questo motivo spesso sono sottovalutate, ma in ogni caso fanno la loro porca figura.
  6. Tette "Dio C'è" -  Due belle tettone sostenute ma morbide, piene e naturali su un corpo da modella, nonchè la prova che "lassù qualcuno ci ama". Ed Emily Ratajkowski la giovane modella che si dimena nuda nel noto video della canzone "Blurred Lines" ne è la prova vivente.
  7. Tette Inseparabili - Come si puo' capire dal nome, questa tipologia di seni si distingue dalle altre per il semplice fatto che tetta destra e tetta sinistra sono letteralmente unite tra di loro al centro del petto. Forse all'occorrenza possono anche essere utili come portaoggetti, ma la realtà è che le tette che rientrano in questa categoria devono essere piuttosto abbondanti per suscitare un certo interesse, perchè in caso contrario potrebbero ricordare facilmente un paio di pettorali maschili un po' palestrati, il che non è esattamente il massimo dell'erotismo su una donna...
  8. Tette Milf Style - Se qualcuno ancora non lo sapesse, il termine MILF è un acronimo derivante dall'inglese "Mother I'd Like to Fuck". Possiamo quindi racchiudere in questa categoria tutte quelle mammelle un po' vissute, che hanno avuto a che fare con parti e figliolanze varie, o che semplicemente somigliano molto per consistenza, forme o dimensioni alle sopracitate tette delle "Madri che ci piacerebbe trombare".
  9. Tette Top Model - Sono quelle tette che di fatto non hanno niente di speciale, le classiche "tette magre". Solitamente di taglia non superiore ad una seconda abbondante, sono carine a vedersi ma mai troppo piene al tatto. Obbiettivamente non irresistibili ne tantomeno rare da trovare, se vengono portate in giro da una ragazza "normale" non ci facciamo nemmeno troppo caso, ma dal momento che spesso si trovano sul corpo delle modelle di tutto il mondo acquistano anche loro il diritto di essere prese in considerazione.
  10. Tette al Silicone - Un tempo erano quasi una rarità, poi arrivarono Baywatch e la mitica Pamela Anderson che con le sue tettone siliconate ha fatto sognare gli uomini e i ragazzi di tutto il globo sdoganando definitivamente gli ultimi taboo sulla chirurgia plastica. Oggi le tette rifatte ad arte le troviamo ovunque e a qualunque età. Sono infatti molte le ventenni che desiderando un seno piu' prosperoso si sottopongono a costosi interventi per aumentare le dimensioni del seno, e il piu' delle volte senza nemmeno una "reale" necessità estetica, ma solo perchè rientravano nella categoria delle "Tettine". Comunque la chirurgia in quel settore ha fatto passi da gigante e per nostra fortuna, quando le cose son fatte ad arte, e non da meno, senza esagerare, è difficile riconoscere a prima vista un bel paio di tette Naturali da quelle Siliconate.

Se si è abituali frequentatori di Trombodromi e affini, dove per la legge dei grandi numeri se ne vedono di ogni genere, è assai facile farsi una "cultura" sull'intrigante e meraviglioso mondo delle Tette (oltre che della Topa in genere, ovviamente). In caso contrario, a meno che non siate dei provetti Latin Lover, forse non vi basterà una vita intera per godere e toccare con mano(letteralmente) tutte le varietà di tette che abbiamo menzionato, pero' dal momento che ognuno puo' dire la sua in base alle proprie esperienze personali, Vi invito a partecipare al Sondaggio: "Le Piu' belle Tette sono...", collegato a questo articolo. Nella foto, che potrete vedere a pagina intera con un semplice click, ci sono le immagini ed i relativi nomi delle varie categorie corrispondenti a quelle del sondaggio, non dovete far altro che esprimere le vostre preferenze ed attendere fino ad agosto per la classifica finale.Bocca danarosa

Un Saluto dal Redattore e alla prossima...

Ciao ciao mie Carissime "FaveSpagnoleggianti!"

 

"TromboNews di Giugno"

Scritto da Il Redattore.

Stavo per pubblicare le news di giugno(anche se di novità interessanti ce ne sono state poche in questo mese), quando girovagando in rete mi sono trovato davanti questa notizia: "Vogliono far chiudere gnoccatravels.com!". Al che mi sono interessato un po' alla vicenda ed infine ho deciso di dedicare quasi totalmente lo spazio delle TromboNews di questo mese a questo assurdo e increscioso fatto. Ma andiamo a vedere cos'è successo...

"Gli Uomini Preferiscono le Pompe!"

Scritto da Il Redattore.

Questo è il risultato dell'ultimo sondaggio proposto sulle pagine del Trombodromo.

L'argomento riguardava principalmente cosa vi piace fare e le posizioni sessuali che vi piacciono di più quando siete in compagnia di ragazze da bordello, da cui il titolo: "Con le Girls dei Trombodromi preferisco...", e tra le opzioni inserite ha vinto, senza nemmeno troppo clamore, "Un Buon Pompino" con il 23% delle preferenze dei votanti, mentre il secondo e terzo posto se lo sono giocati "l'Anale" e "La pecorina" con uno scarto di appena un punto percentuale, quindi quasi un pareggio. Stessa cosa per la quarta e la quinta posizione,

"E' tornata l'estate!"

Scritto da Il Redattore.

Ora Basta. Cosi' non va bene. Non se ne può più di questo scempio, mi fanno male gli occhi...

Finalmente è arrivata la bella stagione, e come ogni anno i vestiti si accorciano e la pelle si scopre. Le ragazze danno sfogo alla loro voglia di mettersi in mostra sfoderando abitini succinti che poco lasciano all'immaginazione, e spesso è un bel vedere ma... CAZZO! Ogni giorno vedo anche cose allucinanti. Rotoli di ciccia che strabordano dai fianchi, culi obesi dalla forma indefinibile, braccia che sembrano porchette, gambe che somigliano a quelle dell'omino michelin con la cellulite..

"Addio al Celibato... ANDIAMO !!"

Scritto da Il Redattore.

Doveva essere una festa "su larga scala", poi era diventata una gita in camper per sei amici intimi, e dopo ancora una gitarella in quattro. Alla fine siamo andati in tre: il futuro sposo YAO (se non ve lo ricordate leggete qui), il PrimoCittadinoOnorario, ed Il Redattore ovvero chi sta scrivendo queste righe...

Sabato 24 maggio, Orario di partenza previsto e rispettato: le 11.00, condizioni meteo favorevoli, temperatura sopra i 20°, Trombomobile in gran forma e appena lavata, insomma, tutto perfetto. Passiamo a prendere il futuro sposo e si parte

"TromboNews di Maggio"

Scritto da Il Redattore.

Nelle ultime Trombonews ci siamo concentrati sull'Austria, quindi stavolta torniamo a dare anche una sbirciatina a quel che accade sul territorio tedesco.

E iniziamo con l'ARTEMIS, dove un amico che vive in zona berlinese afferma che, è si un bel locale, grande e con molta scelta sulla "cacciagione", ma allo stesso tempo il suo parere è che la media delle prestazioni non sempre è all'altezza del nome del locale. E' pur vero che li c'è una varietà maggiore di nazionalità, parlando di girls, e non si trovano solo le solite rumene(per quanto io mi sia sempre trovato molto bene con quest'ultime), ma è altrettanto vero che..

"Trombonews di Aprile"

Scritto da Il Redattore.

Le Trombonews di aprile.. a maggio? Ebbene si, mi scuso per il ritardo e prometto di offrire un caffè a tutti appena c'incontriamo in uno dei nostri locali preferiti.  Ok, aspettate un attimo. Cosa vorreste insinuare con: "i caffè sono gratis". ...In fondo, è il pensiero che conta , no?

Ed a proposito dei vostri trombodromi preferiti, vorrei riassumere in poche righe..

"Pasqua a CASA CARINTIA"

Scritto da Il Redattore.

Di fresco rientro dal weekend pasquale trascorso in austria e precisamente tra Villach e Feldkirchen, dove in compagnia del PrimoCittadinoOnorario, siamo tornati a visitare dopo mesi d'assenza il piccolo trombodromo situato a nord del pacifico Ossiacher See, ovvero il Römerbad Casa Carintia di Feldkirchen.

"Le Origini di un Puttaniere"

Scritto da Il Redattore.

Tutto ebbe inizio cosi'...

Era una tiepida serata di inizio d'autunno del 1997, quando uno dei ragazzi della compagnia disse "Andiamo a fare un PUTTANTOUR !" , che significava salire in macchina e andare a cercar prostitute, per strada, ovviamente. E quasi sicuramente africane, in quanto più economiche e numerose. Pochi minuti più tardi eravamo in quattro in macchina dell'amico di turno diretti verso uno dei posti popolati dalle "lucciole". Arrivati in zona c'era l'esperto(già citato in altre occasioni con il soprannome "YouAreOmbrellas") che faceva da cicerone, e girando per quelle quattro stradine, coi finestrini abbassati e l'adrenalina a mille, vediamo quell'orda di prostitute poco vestite e ammiccanti, alcune bellocce ed altre appena decenti, poi a un certo punto il nostro cicerone grida al pilota "Quella è Regina ! Vai vai vai, fermati li !". Al che il nostro amico al volante effettua una manovra vagamente rallystica e ci affianchiamo a questa bella ragazza di colore..

"TromboNews di Marzo"

Scritto da Il Redattore.

Primo appuntamento primaverile della nostra rubrica dedicata a gossip, novità, indiscrezioni e ultime notizie sul mondo dei Trombodromi.

Iniziamo subito col dire che al Oase c'è aria di tempesta, soprattutto per quanto riguarda le ragazze che ci lavorano, in quanto la direzione del locale ha imposto nuove regole(dopo quella molto discussa della limitazione sui pasti gratuiti per i clienti) ed infatti sembra che..

"CASA CARINTIA. Inferno o paradiso?"

Scritto da Il Redattore.

Quest'oggi, essendo a riposo dal lavoro a causa di un maledettissimo quanto banale mal di schiena, sono rimasto a casa a riposare le stanche membra, e non sapendo come passare il tempo ho deciso di curiosare in giro per la rete in previsione del prossimo assalto in terra austriaca, quindi avendo l'idea di recarmi al CasaCarintia per un rapido toccata e fuga,

"Recensione: WELLCUM 8 marzo"

Scritto da tigrottosolitario.

Nella giornata della festa della donna 2014, ovvero l'otto marzo, il nostro tigrottosolitario ed altri prodi viaggiatori, partendo dalla loro amata Puglia hanno compiuto l'impresa di raggiungere il piccolo paesino di Hohenthurn per "toccare con mano" questo nuovo trombodromo denominato Wellcum...(n.d.r.)

"La Fucina delle Puttane"

Scritto da Il Redattore.

Appena un paio di giorni fa è giunto a conclusione il primo sondaggio dell'anno, intitolato "Di che Nazionalità sono le tue Girls Preferite nei Trombodromi?", andiamo dunque a vedere quali sono i risultati della classifica finale...

Partendo dal basso possiamo notare subito che "l'Africa" non ha ricevuto nemmeno un voto, e a pensarci bene non c'è da meravigliarsene molto visto che non è assolutamente una rinomata "fabbrica" di donzelle da Trombodromo. Andando avanti troviamo nelle ultimissime posizioni tra i paesi in gara, Spagna, Slovacchia, e Kazakistan con lo 0.9% dei voti, seguiti a brevissima distanza dalla prima vera sorpresa di questo sondaggio, ovvero la Polonia che pensavamo raggiungesse le prime posizioni vista la presenza abbastanza abituale di alcune esponenti di questo paese nella maggior parte dei Trombodromi, invece con il suo 1.8% si attesta poco sopra i fanalini di coda, cose che capitano. Poco più avanti con ancora una manciata di voti in più

"TromboNews di Febbraio"

Scritto da Il Redattore.

E siamo nuovamente giunti al nostro ormai consueto appuntamento con le notizie ed i rumors più rilevanti del mese.

Come abbiamo già accennato pochi giorni fa, in questo periodo il tempo è tiranno, ma poichè l'informazione è un bene prezioso, andiamo a vedere quali sono le Trombonews del febbraio di questo promettente 2014.

Segnaliamo innanzitutto diverse impressioni positive che riguardano lo..

"Buon Compleanno Trombodromo!"

Scritto da Il Redattore.

Ancora stento a crederci ma... E' già passato un anno. Ebbene si, il 18 febbraio del 2013 fece la sua comparsa sul web, la prima versione del sito di Trombodromo.com , un progetto nato "Da un'idea di una sera invernale di qualche anno addietro", proprio come avevamo scritto il giorno precedente nel primo articolo di presentazione...E dopo aver concluso il primo giro di calendario

"TromboNews di Gennaio"

Scritto da Il Redattore.

Con un lieve ritardo, e per la prima volta in questo nuovo anno, ritorna l'angolo delle notizie su Trombodromi e dintorni.

Prima di andare avanti vi invito a leggere l'approfondimento riguardante il pessimo servizio di Lucignolo dedicato ai Trombodromi carinziani, per il quale siamo stati contattati e indirettamente coinvolti, ma senza ottenere i risultati sperati in fase di aiuto ai reporter che se ne sono poi occupati.

Adesso però entriamo nel vivo delle News e iniziamo col dire che questo 2014 è partito alla grande con due inedite feste di capodanno nei due locali più in voga tra quelli vicini ai nostri italici confini, e

"Dietro le quinte di: I FRONTALIERI DEL SESSO - Lucignolo 2.0"

Scritto da Il Redattore.

Ho lasciato trascorrere un paio di settimane prima di parlarvi di questa cosa. Un pò perchè sono stato impegnato con altre faccende personali, e un pò perchè stavo pensando se scrivere o meno questo breve articolo. Alla fine, liberatomi dagli impegni, ho deciso di farlo, anche perchè il servizio andato in onda il 12 gennaio su italia uno, all'interno della trasmissione televisiva Lucignolo 2.0 , ha avuto un notevole riscontro in termini di spettatori ma soprattutto di "commentatori" sul web. ...La storia dietro le quinte che vi voglio raccontare è questa:

"Badoo e la Topa, istruzioni per l'uso."

Scritto da Il Redattore.

Salve amici del Trombodromo,

Come promesso nell'ultimo articolo, nel quale abbiamo preso in esame il mondo delle VideoChat erotiche, vorrei riprendere il filone iniziato con Chatroulette e parlarvi dell'altrettanto noto Badoo, che altro non è che una community d'incontri online mischiata con una punta di social network, tant'è che vi si può addirittura effettuare l'accesso anche tramite il prorio account di facebook. Una volta dentro, dopo eserci iscritti (gratuitamente), potremo creare un profilo personale, inserire le nostre foto, vedere quelle degli altri, esprimere quindi le nostre preferenze tramite voti sulle immagini, o decidere se ci piacerebbe incontrare o no (ma è previsto anche un più moderato "forse") le persone che ci vengono proposte dal sistema o che cercheremo accuratamente in base alle nostre preferenze di località, età, sesso ed interessi comuni. E per completare e condire il tutto, avremo a disposizione una chat e diverse opzioni per aumentare la nostra visibilità e capacità di interazione, ma ovviamente queste ultime saranno a pagamento. Questo in sostanza è il servizio offerto dalla piattaforma...

...Ma ovviamente l'aspetto di Badoo che più ci interessa è

"ANDIAMO vs. WELLCUM - La Sfida." (seconda parte)

Scritto da Il Redattore.

Domenica 5 gennaio,

Una breve nottata di sonno irrequieto mi accompagna verso l'inizio del secondo giorno di questa gita. Mi sveglio prima degli altri che alle 10.00 stavano ancora beatamente russando nei loro giacigli. Decido quindi di lasciare i pargoletti a sognare le loro signorine preferite e senza far troppo rumore mi vesto e faccio un breve giretto per i corridoi del residence. Calma piatta e un bel silenzio che mi lascia libero di pensare alle due voraci vampirelle incontrate al Wellcum la sera prima,

"ANDIAMO vs. WELLCUM - La Sfida."

Scritto da Il Redattore.

C'è talmente tanto da scrivere che non so da dove cominciare, quindi considerando la mia leggendaria memoria(paragonabile a quella di un criceto alcolizzato), per non confondermi troppo partirò esattamente dall'inizio:

Sabato 4 Gennaio 2014,

 Il Redattore(me medesimo), Il PrimoCittadinoOnorario, ed altri due Trombaioli di comprovata esperienza sul campo, ovvero "YouAreOmbrella"(che da adesso in poi chiameremo "YAO") ed il prode "BrodoBaggins", siamo partiti verso l'ora di pranzo dal Granducato in direzione di Villach

"Buona fine e Buon principio!"

Scritto da Il Redattore.

Ebbene si, cari amici del Trombodromo, siamo dunque giunti anche alla fine dell'anno.

In questa occasione non porterò buone nuove sui nostri amatissimi locali(anche se come regalino di fine anno è stato aggiunto l'fkk prestige tra le schede dell'apposita sezione), l'unica notizia sui trombodromi sarà quella relativa al "sondaggione" iniziato in ottobre e conclusosi giusto oggi, ma ne riparleremo verso la fine dell'articolo.

"La donna nuda e l'arte"

Scritto da Il Redattore.

In questo spensierato e un po' meno glaciale giorno di vigilia natalizia, vorrei lasciar da parte per un attimo gli argomenti che trattiamo abitualmente(o almeno provarci, finchè non andiamo in astinenza da topa) per farvi conoscere un artista, uno che della donna nuda ne ha fatto una passione. Beh', direte voi, e dov'è la novità, siamo tutti appassionati di donne nude! Eh no, cari miei allupatissimi Topadipendenti, lui le donne nude oltre ad apprezzarle come tutti noi, le crea! Ebbene si, da anni crea da anni un'arte raffinata producendo sculture raffiguranti "la donna nuda" nelle più svariate pose,

"Top Girls. ...Parliamone."

Scritto da Il Redattore.

Nel corso delle solite letture di fine settimana, mi sono imbattuto in una interessante domanda posta da un utente di uno dei soliti forum dedicati all'argomento "gnocca", che nel corso di una discussione riguardante le girls presenti al Wellcum di hohenthurn scrive:

Ma quali sono le top? quelle alte 1,80 con le bocce di plastica? Oppure quelle osannate nei forum da chi scrive di più? Sono per caso le bulgare? O quelle che non sono rumene? Personalmente, visto il buon livello di gnocca in questi locali, considero una top quella che mi fa stare veramente bene per mezzora. Ho provato delle bellissime che si sono rivelate fredde e sbrigative. Altre invece meno appariscenti, sono state delle top in camera...

Devo dire che

"TromboNews di Dicembre"

Scritto da Il Redattore.

Ed eccoci giunti, dopo poco più di un mese dal precedente TromboNews, al secondo appuntamento con questa nostra rubrica d'informazione generale sui Trombodromi più discussi del momento. Alcune notizie interessanti e di pubblica utilità, di quest'inizio dell'ultimo mese del 2013, in vista delle feste natalizie nonchè del capodanno.

La Prima e a mio parere più succulenta notizia di questo mese è il fatto che quest'anno, a differenza dei precedenti, anche l'Andiamo di Villach ha organizzato come evento straordinario..

"A proposito della Merlin..."

Scritto da Il Redattore.

Proprio nei giorni in cui la Francia ha appena approvato le nuove leggi che serviranno a multare "chi compra atti sessuali"(quindi prepariamoci ad un'invasione di francesi nei Trombodromi vicino ai loro confini), qui nello stivale c'è chi riparte alla carica con l'obbiettivo di abolire (almeno in parte) la tanto famosa quanto odiata Legge Merlin che ricordiamo essere stata approvata nel 1958 , ovvero più di cinquant'anni fà

"Alla Scoperta del WELLCUM" - terzo tempo

Scritto da Il Redattore.

Terzo ed ultimo atto di questa breve ma intensa esperienza nel nuovo locale di Hohenthurn.

Buona lettura...

...E' quasi mezzanotte, siamo ormai dentro da cinque ore, ma un po' perchè è un posto nuovo, un po' per la gran quantità di gnocca presente, e non da meno per il fatto che ho già goduto di tre discreti giri di giostra, il tempo è letteralmente volato via, e pur essendo esausto e felicemente leggero dopo l'ultimo incontro con la "Nana Bastarda",

"Alla Scoperta del WELLCUM" - secondo tempo

Scritto da Il Redattore.

...Il riposo dei guerrieri dura poco, butto l'occhio al "Tromborologio" che segna le 22.00 e le ragazze ormai calde e rifocillate dalla discreta cucina del locale, continuano a girellare a turno in cerca di "compagnia". Passa una biondina che pur non essendo tra le più belle del locale mi sembra interessante, nota lil mio sguardo marpione, sorride, e viene a sedersi al mio fianco,

"Alla Scoperta del WELLCUM"

Scritto da Il Redattore.

Dopo lunga interminabile attesa, arrivò il fatidico giorno dell'apertura, o meglio pre-apertura del Wellcum di Hohenthurn. E noi del Trombodromo non potevamo certo mancare, quindi, bando alle ciance e andiamo a vedere cos'è successo in questo piacevole weekend di metà novembre quando in compagnia del PrimoCittadinoOnorario siamo partiti in direzione della Carintia...

Altri articoli...