Le Schede dei Trombodromi

"Alla Scoperta del WELLCUM" - terzo tempo

Terzo ed ultimo atto di questa breve ma intensa esperienza nel nuovo locale di Hohenthurn.

Buona lettura...

...E' quasi mezzanotte, siamo ormai dentro da cinque ore, ma un po' perchè è un posto nuovo, un po' per la gran quantità di gnocca presente, e non da meno per il fatto che ho già goduto di tre discreti giri di giostra, il tempo è letteralmente volato via, e pur essendo esausto e felicemente leggero dopo l'ultimo incontro con la "Nana Bastarda", data la gran quantità di girls che vorrei portare in camera credo proprio che mi concedero' un altro match prima dell'orario di chiusura, fosse anche solo per solidarietà nei confronti del PrimoCittadino che per ora è fermo a due soli incontri e sta meditando con quale delle varie "papabili" potrebbe concludere la serata. Ce ne stiamo li svaccati sul solito divanetto, ormai adibito a solida roccaforte del Trombodromo, con a fianco l'irriducibile Samira e le sue amiche che di tanto in tanto si affacciano a dire qualche bischerata per poi provare a portarci in camera e che puntualmente vengono rimbalzate per poi tornare a civettare tra loro. In giro pochi clienti e tante ragazze più o meno indaffarate a far niente, qualcuna passa, si ferma, due parole e poi via, altre tornano alla carica dopo essere state scartate in precedenza, niente da fare, io sono ancora in fase di recupero e il mio compare sembra ancora indeciso. Poi però mentre volgo lo sguardo in direzione delle cucine, noto una moretta molto bellina che si alza, la osservo attentamente, nota che la sto fissando e con passo felino viene da me. E' piuttosto alta con un fisico che definirei perfetto(eccetto le tette rifatte che hanno lasciato due piccoli segni dell'intervento) e che per certi versi, cosi' a prima occhiata mi ricorda molto la Laura dell'Andiamo(per chi ha avuto il piacere di conoscerla quando c'era). Fa un paio di battute riguardo al fatto che stavo armeggiando col telefono e si presenta, il suo nome è Valentina, le chiedo di dov'è: "Sono francesA", dice. "Di Toulouse", aggiunge. Al che ribatto: "Sicura?", e lei: "Si, porque?", "Perchè parli spagnolo e non hai accento francese". Al che tira fuori un sorrisetto beffardo da furbetta, quindi le dico: "Te non me la racconti giusta...", lasciando poi cadere il discorso. Non m'interessava approfondire, magari la prossima volta. Comunque sia, si siede li a fianco, accavalla una gamba sulle mie e scambiamo due chiacchiere, lei in spagnolo ed io in italiano(misteri delle lingue latine) e si dimostra piuttosto intelligente e simpatica. Poi mi chiede se voglio salire su in camera, ma vista la precedente performance devo declinare l'invito, dicendole però che la trovo molto bella e che prima di andar via avrei veramente piacere di passare un po' di tempo con lei. Recepisce il messaggio, e molto garbatamente torna da dove era venuta...

Intanto che scherzando col mio compare mi maledico per esser salito in camera poco prima con la "Mignon Mignot" (ed aver perso cosi' il momento propizio per portare questa bella moretta in camera), ecco che dopo circa un quarto d'ora, la Valentina si appresta a salire con uno che poco prima s'era fermato li nella sua zona, e mentre segue l'accappatoio verso le scale, quando passa li davanti si volta e col sorriso stampato in faccia mi fa una linguaccia, gesto che apprezzo e ricambio. E per quel che mi riguarda, ha appena guadagnato mille punti in simpatia. Un attimo dopo, il PrimoCittadino si sveglia dal torpore e con anomala risolutezza se ne esce con un: "Via via, io vò", e scompare dalla mia visuale. Immagino abbia finalmente deciso con chi fare il terzo round, quindi lo do ufficialmente come disperso almeno per la prossima mezz'ora. Rimango solo a difendere il fortino, con la solita Samira che ne approfitta per tentare un nuovo attacco invitandomi a unirmi a lei e le altre draculine accampate nei divanetti li affianco. Niente da fare, non è una brutta ragazza ma ho deciso che voglio fare l'ultimo incontro con la Valentina e attendo tranquillo che torni in sala, ma siccome il fato è beffardo e al cazz...cuor non si comanda, ecco che si affaccia una biondina dal viso angelico, che prima scambia due parole con la banda delle draculine, e poi vedendo che la stavo osservando mi saluta per poi raggiungermi appena le faccio cenno di venire a farmi compagnia. Non la riconosco al volo, ma son sicuro di averla già vista, ed è proprio bellina. Ci presentiamo, lei è Sabrina, polacca di Varsavia, bionda con un ciuffo rosso acceso che attira l'attenzione, occhi bellissimi, e un vitino stretto che esalta due morbide tettone naturali, non esattamente toniche ma comunque piacevoli alla vista(e al tatto), ha un corpo tutto sommato esile, ma pieno di curve nei punti giusti, insomma posso definirla senza dubbio una bella ragazza. In più, anche se non strettamente necessario ai nostri fini, parla un italiano migliore di molte nostre connazionali e dimostra una certa cultura, in più ha un modo di fare molto aggraziato che le fa guadagnare punti. Parliamo un po' del locale, del perchè l'abbia preferito all'andiamo dove lavorava più o meno a mesi alterni(ecco dove l'avevo vista), intanto si siede su una mia gamba e dopo una decina di minuti, mentre la sua manina mi ha ormai consumato dal collo in giù a furia di accarezzarmi, il discorso vira verso l'andare in camera, e mi pare anche giusto. Alla fine le dico: "Coi miracoli come te la cavi?", e lei stando al gioco risponde: "Sono brava a far resuscitare i morti". "Allora proviamoci", ribatto. "No" dice lei, e continua: "Non ci provo... Lo faccio e ci riesco". Bene, la vedo convinta e mi ha convinto. Intanto la Samira e la sua amica dalla chioma rossa, stanno osservando la scenetta dal loro piccolo accampamento nei divani vicini, e quando mi alzo con la bella Sabrina per avviarci verso la scala, noto la loro espressione invidiosa(non certo per me, ma per il fatto che dopo avermi rotto le palle tutta la sera si son viste soffiare via l'ennesimo cliente "dall'ultima arrivata" e non credo fossero molto contente di questa cosa considerato che eravamo veramente in pochi). Comunque, mi avvinghio alla polacchina e mentre andiamo alla camera, proprio in cima alle scale trovo il PrimoCittadino che sta scendendo in compagnia di una moretta non molto alta ma molto carina, appena lo vedo gli fò "Cambioooo!", e ci salutiamo, la Sabrina capisce e si accoda al saluto, poi arriviamo in fondo al corridoio e c'infiliamo nell'ultima camera sulla destra... Non mi dilungherò molto su quanto accaduto, mi limito a dire che la polacchina dal ciuffo rosso è entrata anche lei di diritto nella mia personale Top Ten, scalando diverse posizioni. In pratica, è una che sa fare bene il suo lavoro ma non lo da a vedere, molto Gfe e affabile. Aveva detto che mi avrebbe resuscitato e l'ha fatto con una facilità impressionante, sa come usare la bocca e tutto il resto del corpo, infatti dopo una veloce rinfrescata in doccia mi ha invitato a stendermi e si è presa subito cura del "moribondo" la in basso, porgendomi nel frattempo la sua gustosa topina perfettamente rasata come non avesse mai avuto un pelo in vita sua, tutta da leccare e assaporare mentre con abile lavoro orale mi ha fatto vedere le stelline diverse volte prima di incappucciare il fra pelato ormai tornato in perfetta forma e poi si è prodigata in una perfetta "reverse cowgirl" deliziandomi della visione di quel bel culo che incastonava perfettamente la sua risorsa migliore, ovvero quella calda e perfetta fonte del piacere che mi ha condotto all'estasi quasi fino alla fine. Si quasi, perchè per quanto fosse piacevole quella situazione, ho preferito farla mettere di fronte a me e dopo aver liberato "il prode guerriero" dallo scomodo impermiabile sono capitolato sotto i sapienti movimenti delle sue manine mentre mi godevo quelle mordibe tettone e il suo visetto angelico fino ad un getto di "sacro nettare" che mi ha definitivamente messo fuori combattimento. Felice, soddisfatto, e in pace col mondo intero. Ah , che bella cosa i Trombodromi!

Solito rituale, doccia, chiacchiere, discesa e saluto, dove la Sabrina mi ha chiesto se andavo via o rimanevo, visto che ormai era circa l'una e mezzo... "Si rimango fino alle 2" le dico, "Allora ci salutiamo dopo" risponde lei.  Ah, che signorina educata, penso. Mi piace proprio e sarà sicuramente un piacere incontrarla anche le prossime volte. Torno per l'ennesima e ultima volta nel salone, e mi siedo col PrimoCittadino al Bar per l'ultima bevuta prima di ritirarsi. Ormai i clienti saranno rimasti una decina, compresi noi due, e le ragazze rimaste aspettano solo il momento propizio per chiudere le serrande e finire la serata, ormai "le jeux sont fait". Pochi minuti dopo, quando sto per gustare il mio decente caffè, ecco che vedo lei, Valentina. Si alza dal suo divano e col suo simpatico sorrisetto beffardo viene li al bar e mi dice in un misto di spagnolo e italiano arrangiato: "Ma non dovevamo andare in camera io e te?", ovviamente sta solo scherzando, mi ha appena visto scendere con la polacchina quindi sa che non andrò mai con lei, e poi ormai l'ora è tarda. Al che le dico: "Si , lo sai, sei molto bella e volevo stare un po' con te..." - al che mi interrompe: "Si, ma sei andato con la bionda", ed io: "Eh si, te eri andata via, e mi sentivo solo. Quindi..." - "Bugiardello!" ribatte al volo sempre sorridente, e rubandomi un sorriso. Il siparietto continua giusto un paio di minuti, poi le prendo la mano, si avvicina, le chiedo se ha intenzione di andarsene presto da quel posto. Dice di no, che è li per restare. Allora le prometto che la prossima volta appena arrivo la cercherò subito perchè è davvero una bella ragazza e altre bischerate del genere. (In realtà mi piace molto, e non vedo l'ora di sapere come si comporta in camera. Se fosse brava quanto bella, potrebbe tranquillamente scalare la mia personale classifica e salire direttamente sul podio, chissà...). Due bacetti di congedo, e torno al mio caffè. Intervisto il PrimoCittadino, che mi racconta della performance di Rosa, la moretta con la quale l'avevo visto scendere prima. E' rumena, e anche lei, tra le altre cose ed è stata tre mesi all'Andiamo. Il compare non è rimasto del tutto soddisfatto , la definisce infatti come molto bellina ma frettolosa, quindi direi che sia da evitare per le future occasioni. Minuto dopo minuto si avvicina l'orario di chiusura, le girls rimaste cominciano a lasciare la sala, alcune sono già andate via, rimaniamo noi, altri due accappatoi e un paio di gruppetti di signorine più qualcuna che sta uscendo in solitaria. Manca pochissimo alle 2.00 e decidiamo di ritirarci. Saluto fugacemente la Sabrina che se ne va in direzione opposta e praticamente tutti se ne vanno, resta il personale di servizio e poco più.

Gli spogliatoi sono deserti, torniamo in abiti civili e puntiamo alla reception, dove troviamo circa una trentina di ragazze che aspettano di uscire. Vestite fanno tutto un'altro effetto, ma si notano bene tra le altre, Ailin, Samira e le sue amiche, Valentina, la piccoletta con la faccia da porca che prima stava al Casa Carintia ed altre con le quali abbiamo avuto occasione di intrattenerci durante la serata. E devo dire che alcune si fanno notare anche da vestite, altre invece fanno poco effetto viste cosi'. Ma in fondo è anche normale.

Riconsegnamo i braccialetti, tutto ok. Diamo la buonanotte anche agli uomini armadio che sono sempre li all'entrata e seguiti a ruota da alcune donzelle che avevano la macchina poco più in là raggiungiamo la trombomobile. Appena lasciato il parcheggio la strada che costeggia il gelido fiume diventa completamente buia, e in più noto un'auto che ci segue a distanza ravvicinata. Quei fari sono fastidiosi, decido quindi di affondare un po' il piede sull'acceleratore per staccarmela dal culo e quando arrivo al bivio che riporta nella strada principale l'auto si affianca per girare in direzione opposta, ovvero verso Villach, e indovinate un po' chi c'era dentro? ...La maledettissima Samira e le sue amiche!Indeciso Dei gattacci attaccati ai coglioni fino alla fine.Risatona

Note su Sabrina: SABRINA polonia, bionda con un ciuffo rosso in fondo ai capelli, bella ,brava, ex andiamina, aggraziata e simpatica. Molto Gfe e dotata di una buona tecnica trombereccia. Dice che fa i miracoli, e non dice bugie.

Note su Rosa: ROSA romania, mora molto bellina, bassa ma bel fisico, ex andiamina di passaggio. Voto finale, Negativo. Frettolosa e poco partecipe, anche se ne ho sentito parlare bene da altri, (da rivedere).

...FINE.

 

E cosi' si conclude la visita di anteprima al Wellcum, sperando sia la prima d'una lunga serie, in un locale che se una volta terminato al 100% manterrà le premesse iniziali sara sicuramente un nuovo punto di riferimento per le scorribande tromberecce in terra austriaca interrompendo, speriamo, il monopolio creato negli ultimi 4 anni dalla concorrenza. Le potenzialità ci sono tutte, Chissà...

 

Un saluto dal Trombodromo e alla prossima!

...Ciao ciao, mie carissime FaveBenVenute.

Commenti   

#1 PrimoCittadinoOnorario 2013-11-24 15:21
Ehmmmmmm, piccolo barlume di memoria che torna........
Una fa pure un bel massaggio rilassante........
Vatti a ricordare chi era............ Ehm Ehm
#2 Redattore 2013-11-24 15:35
Seeee, altro che barlume di memoria... A te ormai t'hanno succhiato via anche i neuroni, un c'è più speranza :D

P.S.: Chi diavolo era? ....Parlaaaaa!! !!! :lol:
#3 PrimoCittadinoOnorario 2013-11-25 22:00
Una Diavola Al Sicuro.................
Una Delle Tre Puo Essere Valida Come Risposta??????
#4 Redattore 2013-11-25 22:46
...Eppure tu sei una fava :lol: :lol:

Può essere che fosse Ailin? Su su fai uno sforzo di memoria...

Ah.. ...non ci son più i puttanieri affidabili d'una volta :D
+1 #5 iltromba 2013-12-02 07:45
la piccola con la faccia da porca? mumble mumble :-* :-* ci sono!
risponde al nome di Clara, al CC era Claudia.....
#6 Redattore 2013-12-02 13:26
Bravo iltromba , proprio lei! :-)
In effetti sul sito del Wellcum c'è la foto col nome di Clara(un pò imboscata ma c'è). ...E comunque riconfermo la faccia da porca. :lol:

"ESEGUI IL LOGIN O REGISTRATI PER INVIARE UN COMMENTO"

In questo sito utilizziamo i cookie per monitorare i dati di navigazione degli utenti. Continuando la navigazione, dichiari di essere consapevole ed accetti l'utilizzo dei cookie.