Le Schede dei Trombodromi

"La donna nuda e l'arte"

Salve amici del Trombodromo!

 

In questo spensierato e un po' meno glaciale giorno di vigilia natalizia, vorrei lasciar da parte per un attimo gli argomenti che trattiamo abitualmente(o almeno provarci, finchè non andiamo in astinenza da topa) per farvi conoscere un artista, uno che della donna nuda ne ha fatto una passione. Beh', direte voi, e dov'è la novità, siamo tutti appassionati di donne nude! Eh no, cari miei allupatissimi Topadipendenti, lui le donne nude oltre ad apprezzarle come tutti noi, le crea! Ebbene si, da anni crea da anni un'arte raffinata producendo sculture raffiguranti "la donna nuda" nelle più svariate pose, mai volgari o offensive, ma comunque maliziose ed ammiccanti, usando materiali assolutamente naturali e rifiniture con colori/policromie atossici e di effetto, argille naturali e soprattutto grès ceramico, pertanto ne risulta durissima la composizione in sè le misure delle opere variano da un minimo di 30/60 cm per la base e misure simili per le altezze. Le sculture, che in minima parte potete ammirare nelle immagini che il Sig. Vuanello ci ha gentilmente messo a disposizione, sono realizzate in argilla(terracotta) di varia natura, terre semplici naturali e composte che provengono da laboratori specializzati nella loro preparazione. Grès ceramici, semi refrattarie e altro, una volta modellate e dopo la inevitabile essiccazione necessaria, vengono cotte in forni che raggiungono le temperature adatte all'indurimento di questi materiali, (da 860 gradi ad un massimo di 1150), poi dopo il totale raffreddamento, che consta di un tempo variabile relativo al tempo stesso della cottura(circa 10/12 ore), i lavori vengono estratti dal forno e preparati per essere rifiniti, ritoccati ed eventualmente levigati, infine sarà applicata loro la pigmentazione scelta con colori a impregnazione di natura assolutamente atossica. Il risultato di questa lunga e complessa lavorazione sono le statue visibili nelle foto che accompagnano questo articolo.

Se vi state chiedendo chi è l'artefice di tutto ciò, vi accontento subito, ma prima lasciate che vi spieghi come ho conosciuto l'artista in questione...

Come spesso accade, un errore non sempre porta qualcosa di poco buono, e come in questo caso, se il Sig. Vuanello non avesse inviato per errore una email al sottoscritto, non avrei conosciuto le sue opere e non sarei qui a parlarvene. Invece, quando ho visto alcune foto delle sue "Donne Nude", ne sono rimasto affascinato e al contempo ho pensato: "Perchè non farne uno speciale natalizio sul Trombodromo?" e a pensarci bene i soggetti delle sue sculture sono molto attinenti al nostro hobby preferito, quindi mi son detto "Perchè no?". Ora qualcuno potrebbe pensare che sia solo una "marketta", beh' posso assicurarvi che cosi' non è, parola di Redattore. "E la mia parola ha un senso", come diceva De Niro in non ricordo quale film. ...ma era molto convincente). Vado dunque a presentarvi l'Artista, "Luigi Alfred Vuanello". Anzi, farò di meglio, vi farò leggere direttamente le sue parole:

"Lavoro nel campo dell'arte per diletto da quasi 50anni, iniziai come pittore, trattando soprattutto il paesaggio usando il mio stile figurativo romantico crepuscolare. Ho esposto dagli anni '70 le mie pitture arrivando fino in Svezia(per lo più promosse e finanziate da amici i quali credevano nella mia arte)con buoni riscontri di critica e pubblico. Qui in Italia esposi in Toscana, Piemonte, e di nuovo all'estero in Francia a Nizza, in Austria e Svizzera, Liechtenstein ed altre località europee.  Dagli anni novanta iniziai a trattare la scultura, o meglio la "modellazione" con argille, gesso e materiali plasmabili di diversa natura.  Sono stato per lo più ispirato dalla figura della nudità femminile in sè, riproducendone molteplici atteggiamenti osservando però l'immagine mai volgare od offensiva per la morale, ho diversi lavori inediti da promuovere sul mercato, sempre originali e mai duplicati, cioè opere uniche con atteggiamenti propri."

Oltre questa breve descrizione riguardante il lato tecnico e artistico, mi sembra doveroso aggiungere che il Signor Luigi si è dimostrato fin da subito come una persona molto gentile, rispettosa e dai modi pacati, un vero signore insomma. Che altro aggiungere, vediamo... Ah, si, so per certo(ed è il motivo per il quale ho avuto l'occasione di conoscere i suoi lavori) che il maestro Vuanello ha proposto le sue opere ad alcuni dei locali d'oltralpe che noi tutti frequentiamo, quindi c'è la possibilità, e me lo auguro per lui, che prima o poi potremmo anche vedere le sue creazioni in bella mostra in reception o magari sul bancone del bar di uno dei nostri tanto amati Trombodromi, e a quel punto voi potrete pavoneggiarvi e dire: "Io so chi l'ha fatta!".

...E per chi volesse contattarlo direttamente , questo è l'indirizzo email di riferimento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  .

Ordunque, sperando che questo piccolo diversivo natalizio vi sia piaciuto, a nome di tutto lo Staff di Trombodromo.com Vi Auguro un Sincero Buon Anale! ...ahem...scusatemi è l'abitudine, intendevo dire: BUON NATALE !


AUGURI,

_Il Redattore.

 

"ESEGUI IL LOGIN O REGISTRATI PER INVIARE UN COMMENTO"

In questo sito utilizziamo i cookie per monitorare i dati di navigazione degli utenti. Continuando la navigazione, dichiari di essere consapevole ed accetti l'utilizzo dei cookie.