Le Schede dei Trombodromi

"4 FKK in 3 Giorni - CASA CARINTIA"

Partenza Mercoledi' 20 Agosto e rientro il 23 mattina all'alba. Dovevo partire il martedi' per un mini tour di quattro giorni che mi avrebbe riportato in altrettanti locali: il Casa Carintia, l'Andiamo e il Wellcum in Austria, ed infine il Marina di Nova Gorica, ovviamente in Slovenia. Purtroppo ho dovuto rimandare la partenza di un giorno, e sebbene ad un certo punto abbia anche avuto la tentazione di tornare in Andiamo per due giorni consecutivi, alla fine ho deciso di rispettare "il programma" e visitare in qualche modo tutti e quattro i Trombodromi previsti. Premetto e prometto che non mi dilungherò eccessivamente sui dettagli ma le cose da dire sono tante, quindi mettetevi comodi e... Buona Lettura!Bocca danarosa

Giorno 1: CASA CARINTIA

Arrivo a Villach dove avevo prenotato una camera doppia uso singola a meno di 50€ a notte, in albergo sulla via principale arrivando da Tarvisio e prenotando la sera prima (Grazie BookingFico). Poco dopo le 18.00 sono a Feldchirchen, pronto per una piacevole serata in mezzo alle adorabili "ciCCine". 130€ e come al solito mi vengono consegnati i due gettoni da mezz'ora, l'accappatoio, e la chiave. La gentilissima receptionist mi augura buona permanenza ed entro in spogliatoio, finalmente. Ciabatte, svestizione, doccia veloce e vado al bar dove in quel momento trovo una decina di ragazze asserragliate come sempre sui divanetti e sugli sgabelli al bancone. Inquadro subito la cara Susan Baciognocca come non mai, ma impegnata da intensa conversazione con una collega, e vedo un altro paio di giovani signorine che sembrano papabili. Mi faccio dare una birretta dal solito "ragazzo tuttofare" e mi ritiro nella "Saletta Lap" in attesa di uno spettacolino. Infatti passano appena cinque minuti ed ecco che la musica cambia, il volume si alza, le luci si attenuano, e l'orda di ciCCine irrompe allegramente in sala. La prima ad arrivare è proprio Susan. Incrocio il suo sguardo, mi riconosce e la invito a sedermiis a fianco. Facciamo due chiacchiere mentre la sua collega "culona" ,della quale non ricordo il nome, si sta esibendo in uno spietato twerking aggrappata al palo. Simpatica ma non è il mio genere. Quando sta per finire, Susan si scusa dicendomi che ora tocca a lei, "No problem" dico io, quindi si alza e vola sul palo esibendo quel sinuoso corpicino e quel culetto d'oro che si ritrova. I maschietti in sala sono su di giri e credo qualcuno stia sbavando sul pavimento alla vista di tanta figaggine, ma tra tutto questo caos, oltre che dalla bella turca aggrappata al palo la mia attenzione è attirata da una peperina coi capelli scuri dal taglio sbarazzino, che incita senza sosta la nostra cara Susan e non si ferma un attimo. Finisce la musica e l'orda selvaggia si ritira, qualcuna sale in camera con i clienti e le altre tornano al bar. Anche Susan viene a prendere la borsetta e tutta sorridente si congeda e scompare verso lo spogliatoio delle girls. Torno al bancone, altra birretta e mi siedo sulla mia poltrona preferita fronte bar. Vedo la moretta di prima che continua a cazzeggiare allegramente con le colleghe, al che appena si gira verso di me la chiamo e si presenta: si fa chiamare Crystal, parla un italiano quasi perfetto e infatti dice di avere origini al 50% italiche e vedendola potrebbe anche essere, ma in fondo "chissenefrega", dico io Risatona. La trovo piacevole con quei capelli sbarazzini, un bel culetto piccolo e morbido al punto giusto, non una gran figa ma un metro e sessanta di belle proporzioni e un faccino simpatico sul quale sono incastonati due occhietti furbi e una invitante bocca da pompinara, unica pecca le tette(che però scoprirò solo in camera piccole e poco toniche, che pero' a conti fatti passano in secondo piano considerato tutto il resto). Quindi dopo aver sfumacchiato una sigaretta me la porto in camera. Le successive 2 ore trascorrono in un mix tra "Nozioni avanzate di kamasutra" e "Ma quant'è bello mangiar la topa" il tutto intervallato da piacevoli e sagaci scambi di battute e con l'ottima colonna sonora proveniente dal suo smartphone. Riassumendo, e senza scendere in dettagli pornografici, posso dire che Crystal è una ragazza molto intelligente, affabile, agile e porca a livelli eccelsi, non per niente si è meritata due ore del mio tempo e mi ha fatto dimenticare che ero andato li quasi esclusivamente per intrattenermi con la Susan, il che non è cosa da poco. ...Quando torniamo al piano terra, mi riprendo un attimo con un'altra birretta e mi rilasso nuovamente sui divanetti in sala lap. Poco dopo arriva anche Crystal che tutta pacioccosa e allegra, mi dice che la Susan la guardava un po' di traverso perchè pensava l'avrei portata in camera e invece sono stato su due ore con lei (a volte mi fanno morir da ridere queste pazzarelle). Poi, visto che in camera avevamo parlato di quanto fosse "agile", mi aveva promesso uno spettacolino e dopo un po' è andata a mettere la sua canzone e si è attaccata a quel palo dove ha dimostrato di saper esser estremamente sensuale anche in quel frangente tanto che c'era un gruppetto di giovani ragazzi locali che stava letteralmente ululando durante la sua performance. Appena scesa dalla pedana è tornata da me ma nel frattempo la saletta si è riempita nuovamente e stavolta si sono esibite Isabella insieme alla sua amica mora(della quale mi sfugge il nome), e a seguire quella gran topa della Luana. Crystal si diverte come una pazza a incitare le sue colleghe poi mi tiene compagnia per oltre un'ora, ma dopo deve abbandonarmi perchè mi aveva già detto che verso mezzanotte arrivava un suo cliente abituale e le portava un regalo. (non vi dirò mai cosa, ma credo fermamente che certa gente sia pazza o non abbia ben compreso che queste signorine, per quanto piacevoli, brave e umane, son pur sempre delle professioniste del sesso. Ma ovviamente non sta a me giudicare, ognuno fa quel che ritiene più appropriato Triste). Però prima che scompaia le dico che ho voglia di fare un altro giro e le chiedo un consiglio su quale delle sue colleghe potrebbe darmi una degna buonanotte. Mi dice subito "Angel" con la quale spesso si "accoppia" anche lei in quanto dichiaratamente bisex, quindi va a cercarla di la ma è appena salita con uno quindi niente. La seconda scelta a parer suo potrebbe essere isabel, ma avendo rivisto poco prima la Luana (anche se mi è sempre stata un po' sulle palle a pelle, per cosi' dire) me la faccio portare in saletta. Saluto la peperina che corre al suo appuntamento e rimango solo in saletta con la Luana, che continua a rimanermi sulle palle ma è comunque una gran topa. Scopro che anche lei è molto italianizzata e altre stupide amenità, poi senza tante moine andiamo di sopra. Metto subito in chiaro che la sua amica mi ha fatto stancare bene e le birrette che ho bevuto cominciano a farsi sentire, ma non si perde d'animo e si prodiga in un pompino d'esperienza che ben presto da i suoi frutti. Va avanti ancora un po' e poi, prima me la sbatte un po' in faccia continuando a succhiare con calma, e dopo incappuccia e mi violenta dolcemente saltellando con grazia sul regale augello. La prendo con calma e dopo un paio di cambio di pose artistiche, le birrette si fanno sentire quindi mollo la pecora e dopo aver scappucciato la faccio ricominciare a succhiare. Alla fine vedo le stelline mentre in preda a delirio mistico sparo l'ultima cartuccia della serata nella sua calda bocca, e poi muoio felice.

Finiti i giochi e saldati i conti, saluto e me ne vado, stanco ma appagato. Saluto alla cassa, fuori piove, anzi diluvia, ma in mezz'ora torno in albergo a Villach, sapendo che il giorno dopo non dovrò rientrare a casa ma sarò invece all'Andiamo. E con questo pensiero misto al ricordo della piacevole serata appena trascorsa, sprofondo nel cuscino e mi lascio andare ad un sonno profondo fino al mattino seguente...

"ESEGUI IL LOGIN O REGISTRATI PER INVIARE UN COMMENTO"

In questo sito utilizziamo i cookie per monitorare i dati di navigazione degli utenti. Continuando la navigazione, dichiari di essere consapevole ed accetti l'utilizzo dei cookie.