Il Blog del Redattore

"Preparativi di una Gita FKK"

Scritto da Il Redattore on .

Come al solito, prima di ogni visita ai nostri adorati SaunaClub FKK, ci sono un sacco di cose da organizzare per chi come me parte dalla Toscana con l'intento di raggiungere i paradisi della Topa. Ad esempio, nel caso di una gita in Austria e più precisamente in Carinzia, come minimo c'è da prenotare l'albergo per la notte successiva ai bagordi tromberecci, e per questo non smetterò mai di osannare l'ottimo servizio offerto da Booking che non per niente ho ospitato volentieri sul sito fin dall'inizio perché so che molti di voi ne fanno uso (Che poi detto così sembra che stia parlando di sostanze stupefacenti, ma non soffermiamoci troppo sui dettagliSorridente). È pur vero che mi è capitato un paio di volte di fare una toccata e fuga di 1100 chilometri totali in 24 ore, ma detto tra noi non è un'esperienza che sconsiglio perché, a meno che non abbiate vent'anni, un viaggio del genere dopo una giornata trascorsa a trombare giovani meretrici risulta assolutamente devastante. Anche se poi con un compagno di viaggio si può guidare a turno e ci si diverte come bischeri a fare queste zingarate improvvise... Molto meno devastante fu invece l'unico toccata e fuga dello scorso anno(in occasione dell'apertura del Marina) a Nova Gorica ; perché può non sembrare molto, ma quell'ora abbondante in più che serve per raggiungere l'Austria invece che la Slovenia fa la differenza tra un viaggio tranquillo ed uno al limite dei colpi di sonno, in special modo al ritorno.

Comunque diciamo che per godersi i Trombodromi come si deve, ovvero rilassarsi senza il pensiero di dover fare un lungo viaggio appena usciti dal locale, servono almeno un paio di giorni a disposizione. Questo se desideriamo visitare un solo locale raggiungibile in auto in "tempi umani". Se invece vogliamo andare verso Trombodromi più remoti come quelli nel nord della germania la questione si complica. In tal caso è necessario trovare un volo che ci porti il più vicino possibile alla meta, ma ahimé non sempre le compagnie low cost (Ryanair/EasyJet/Vueling) offrono voli A/R comodi in termini di orari, né tantomeno coprono tutti i giorni della settimana. Certo, se hai ha il portafogli di Bruce Wayne e un sacco di giorni liberi a disposizione te la prendi comoda e non ci sono problemi in tal senso, ma se evi mantenere un profilo low cost e vuoi sfruttare il weekend perché gli altri giorni lavori, la mancanza di voli dal prezzo abbordabile diventa un ostacolo enorme. Questo sempre per quanto riguarda la Toscana e in particolare l'aeroporto di Pisa. A venezia troviamo già una situazione meno ostile, ma anche a Bologna abbiamo più o meno gli stesi intoppi che troviamo in Toscana. A volte ho addirittura pensato di raggiungere Venezia in auto e proseguire da li in aereo, ma alla fine ho sempre desistito perché con i vari Trombodromi di buon livello che abbiamo vicino allo stivale non vale la pena impazzire per un volo. Ecco perché dicevo che ci sono un sacco di cose da organizzare per una buona gita in un FKK...

Ed è anche per questo motivo che da due anni a questa parte, in agosto, mi concedo un rilassante mini-tour dei SaunaClub di confine (e qui ci sono i relativi report delle gite: 2013 e 2014 ). Ormai è diventato un appuntamento fisso, un po' come la pasqua, che non si festeggia sempre nello stesso giorno ma sai che in quel determinato periodo prima o poi arriverà. Quindi per non sfuggire alla tradizione ho deciso di ripetere l'esperienza per il terzo anno consecutivo. Il problema è che io non ho il conto in banca di BruceWayne e negli ultimi mesi, come si dice dalle mie parti, mi sono un po' "sdato", quindi ho optato per una gitarella di tre giorni che sia il più possibile low cost ma senza farmi mancare niente. E visto che di solito chi si avvicina al mondo dei SaunaClub FKK non ha mai un'idea precisa delle spese da sostenere per praticare questo rilassante hobby, ho deciso di illustrarvi nei dettagli le previsioni di spesa per questo nuovo mini-tour 2015 all'insegna del "low cost".

 Innanzitutto questa volta ho optato per due giorni al CasaCarintia; il primo giorno per ferragosto in occasione della festa, e il secondo come intermezzo prima di ripartire verso la Slovenia. Dunque l'itinerario (tra il serio e il faceto come di consueto) sarà questo:

  • Giorno 1: Partenza dalla Toscana in mattinata. Arrivo previsto all'ora di pranzo, più o meno. Sistemazione al "Restaurant Pension Trink" (50€ la singola prenotata ieri sera da Booking), una pensioncina situata a Drobollach a tre passi dal Faaker See, un bel lago oltreché una tranquilla meta turistica di chi non va in Carinzia solo per gli FKKBocca danarosa. Il resto della giornata si svolgerà, dopo trasferimento in auto di circa 30 minuti, al Casa Carintia di Feldkirchen in Karnten fino a tarda serata ovvero finché non mi buttano fuori a pedate perché è tardi.Triste
  • Giorno 2: Al risveglio, dopo la precedente giornata di festeggiamenti seguirà abbondante colazione e di nuovo il trasferimento verso Feldkirchen costeggiando le rive del lago Ossiach ed ammirando il suggestivo panorama estivo della Carinzia (evitando possibilmente di asfaltare eventuali pedoni ultrasettantenni sulle strisce). Alle ore 14.00 ingresso al CC (ma si facciamoci del male) per togliermi i sassolini dalle ciabatte, che sicuramente resteranno dalla sera precedente, e per rilassarmi un po' prima di puntare verso la Slovenia. Verso le 18-19 dopo aver soddisfatto nuovamente il Regale Augello ed aver salutato le mie donzelle preferite, ripartenza in direzione Nova Gorica. Arrivo previsto all'Hotel Sabotin (32 euro) alle 20-21 circa. Serata libera, varie ed eventuali...
  • Giorno 3: Trasferimento breve dall'Hotel al parcheggio del Marina SaunaClub in attesa dell'aperturaLinguaccia. Entrata nel Trombodromo (al prezzo ridotto di 60€ perché è Lunedì), saluti alle sirenette sopravvissute e primo caffè. Giornata all'insegna di cazzeggio estremo e di relax (possibilmente a bordo piscina se il tempo lo permette).
  • Tarda notte giorno 3 /Mattino del giorno 4: Rientro in Toscana poco dopo l'alba perché di notte si viaggia meglio. Colazione, breve report del viaggio "a caldo" sul Blog, e a seguire "Letargo" ad oltranza, che tanto fuori fa caldo..

Volendo fare due conti, e li ho fatti per vedere se riesco a mantenermi sul "low cost", il risultato finale è di circa 900€:

  • Benzina: circa 100€
  • Pernottamenti: 82€
  • Giorno1, Casa Carintia: 230€ (130 ingresso con due "gettoni", + altri 100€ per un totale di quattro camere / o comunque due ore, (perché la mezza non sempre mi soddisfaSorridente)
  • Giorno2, Casa Carintia: 130€ (i due gettoni inclusi saranno sufficienti, dovrò solo decidere se regalarli in soluzione unica o per due "sveltine")
  • Giorno3, Marina SaunaClub: 60€ d'ingresso perché è lunedì, tre camere (perché comunque arriverò già bello rilassato dai due giorni precedenti), quindi 70+70+70 , e almeno un eventuale extra da 50€
  • Il cibo non lo metto in conto perché bene o male mangio nei locali. Al Marina ho sempre mangiato benino, e con la grigliata dovrei cadere in piedi anche per quanto riguarda il CasaCarintia, ma per fare cifra tonda aggiungiamo 40€ per vignetta, colazione e spuntini casuali. E poi altri settanta circa di autostrada.

Come dicevo, saranno circa novecento euro, forse quasi mille o magari anche meno; dipende da come buttano le giornate. Ho fatto una media realistica in base alle mie abitudini, considerando però che sono tre giorni di seguito e quindi non c'è motivo di esagerare. Anzi, se non mi do una regolata rischio di ammazzarmi subito e poi non mi godo il seguito. Quindi le parole d'ordine di questa gitarella saranno "Tranquillità" e "Relax".

...Per tutto il resto c'è la Topa.Fico

 

"ESEGUI IL LOGIN O REGISTRATI PER INVIARE UN COMMENTO"

In questo sito utilizziamo i cookie per monitorare i dati di navigazione degli utenti. Continuando la navigazione, dichiari di essere consapevole ed accetti l'utilizzo dei cookie.