Il Blog del Redattore

"Mini Trombotour della Carinzia" - Parte 2

Scritto da Il Redattore on .

 

 ...Ed eccoci arrivati al secondo giorno di questo breve ma intenso tour de force.

Un adrenalinico risveglio al suono di "Shoot to Thrill" degli AC/DC (la mia sveglia mattutina sullo smartphone), è quel che serve per iniziare quella che si prospetta come una giornata piena di emozioni e tanto "movimento", non so se mi spiegoFico.

E cosi' dopo aver dormito beatamente cullato dalla pioggia, ora è tempo di una buona colazione accompagnato dai flebili raggi del sole che tenta di farsi vedere(anche se ci riuscirà ben poco nel corso della giornata). Sono appena le dieci ed anche se, vista la ressa del giorno precedente, oggi vorrei essere nel parcheggio dell'Andiamo all'orario d'apertura, il tempo non manca e posso far tutto con la dovuta calma. In fondo sono a meno di dieci minuti dalla meta. Quindi dopo aver mangiato sistemo le mie cose, saldo il conto e verso le 11.30 mi avvio verso Technologieparkstraße, devo prelevare e far benzina prima. Ma porco diavolo, c'e' un traffico da paura! Questo rallenta un po' la mia marcia ma riesco comunque ad arrivare in tempo per vedere il parcheggio vuoto e le Andiamine che arrivano a ondate. Quindi attendo l'arrivo dei primi avventori, che non tardano a farsi vedere, ed entro confondendomi tra la folla... Solito rituale alla cassa e stavolta Armadietto 112, nella zona spogliatoio che preferisco, ottimo. Ho l'onore di essere il primo, per oggi, a usufruire della doccia e quando son pronto per entrare nell'arena vedo che già una decina di avventori hanno preso posto in zona bar ('na doccetta prima no eh?Risatona). Le gnocche invece sono già una ventina e continuano ad arrivare, o meglio, volendo citare una celeberrima frase dal film Aliens: "VENGONO FUORI DALLE FOTTUTE PARETI !!!". Eh si, perchè per quel che riguarda le signorine, li siamo a livelli molto alti sia per quantità che per qualità. Giuro che a fine giornata, su una cinquantina che ce n'erano, tra Vecchie glorie e New entry ne ho catalogate solo cinque o sei come "non trombabili", e questo a pensarci bene è un problema...si, per il portafogli.Bocca sigillata

Comunque, mi faccio servire un caffè dalla bionda e trombabilissima barista, e comincio a resistere ai primi attacchi delle "draculine", e dopo un paio delle quali non ricordo il nome, ecco che arriva la sedicente colombiana Selena che mi si struscia un po' addosso con quel bel fisichino e la sua parlata spagnoleggiante, ma nonostante i suoi argomenti siano molto convincenti, non scatta la scintilla e per adesso la rimbalzo. Intanto ho visto arrivare tra le altre la Morena(adesso rossa di capelli, ma con le solite tette mencie) e quindi volgo lo sguardo nei dintorni in cerca di una sua amica anche lei vecchia conoscenza, ovvero la Lidia...

Eccola li che cammina in zona divanetti vicino al palo da lap e appena vede che la punto viene verso di me. Ora, onestamente ricordavo di averci parlato ma non sono sicuro di averla già timbrata, e se cosi' fosse dev'essere passato parecchio tempo perchè proprio non ricordo. Ma ci mettiamo a parlare e dopo aver fatto rispettivi sforzi di memoria per ricordarci se avevamo già avuto il piacere di trombarciRisatona, mi chiede se per oggi sono ancora vergine e mi dice che pure lei lo è ed il discorso punta in quella direzione per qualche minuto. La Lidia non è di sicuro una top model, ma è carina, simpatica, tranquillona e ben calda, quindi visto che col pensiero le avevo già messo, scusatemi il francesismo, il cazzo in bocca, decido di portarmela su e con immenso stupore le camere sono ancora Tutte libere, allora scherzando su questa cosa mi chiede di sceglierne una, "la 7" dico io, entriamo e fa "Troppo freddo!", cosi' torna indietro e prende la dieci e ci spostiamo, ok meglio, l'altra era un fottuto freezer. In camera la Lidia si comporta bene, sa esser dolce e al tempo stesso profondamente maiala, ci stuzzichiamo a vicenda finchè in qualche modo mi trovo seduto sul letto a leccargliela con lei in piedi china sulle mie parti basse che mi fa un pompino di prima categoria e onestamente non so com'e' definitatecnicamente(vedi immagine) ma è qualcosa di molto, molto godereccio. Mi piace e me la voglio gustare con molta calma, quindi opto per un'ora in sua compagnia e glielo dico. La ragazza pompa bene e per la maggior parte del tempo la lascio lavorare di bocca sull'arnese poi proseguiamo le danze con una delicata e infinita cavalcata da parte sua e concludo con una goduriosa pecora degna di nota che mi fa esplodere intorno al sessantesimo lasciandomi soddisfatto e rilassato, un buon inizio di giornata diciamo. Vista la poca affluenza al piano di sotto, ci concediamo una doccia senza fretta e si torna giù per il saldo, 140 guadagnati fino all'ultimo cent. ...e Brava Lidia. Purtroppo l'Andiamo è caro, ma almeno da le sue soddisfazioni... Nel frattempo la popolazione nel locale sta aumentanto, mi concedo la prima birretta e viene a trovarmi una vecchia amica, Hillary, con la quale scambio due parole ma che congedo dopo poco. Poi è la volta di una morettona nuova per me e della quale non ricordo il nome, che però non mi convince troppo e che saluto al volo. Sono ancora a metà birra ed ecco che riparte all'attacco anche Selena, al che visto che insiste me la pastrugno un pò, m'infila pure una mano sotto l'accappatoio quella maiala, ma il fratellino non da segni evidenti di ripresa, capisce l'antifona e salutando prosegue per la sua strada. Riewsco a finire la birra e faccio un giretto intorno al bar fino a che non incrocio lei, una delle mie preferite, Juliana. Semplicemente una fatina del sesso, non saprei in che altro modo definirla. In più somiglia moltissimo ad una mia vecchia amica e questo ha reso gli incontri con lei ancor più intriganti. Mi fermo a parlare con lei seduti sul palchetto sotto al palo da lap per un dieci minuti e noto che dall'ultima volta che l'avevo incontrata ed aveva messo su qualche chiletto di troppo qua e là, adesso è tornata al suo splendore di sempre, ma dato che nonostante sia un gioiellino non avevo intenzione di portarmela in camera per non rischiare di passare l'intera giornata con lei, la lascio a fare il suo mestiere. Ci resta quasi un pò male e dice che se ho voglia di lei basta che la chiami(come tutte l'altre, of courseRisatona). Continuo il mio giro e tornato dall'altra parte mi trovo vis à vis con una biondina piuttosto minuta ma dal fisico perfetto, al che la fermo mettendole le mani sui fianchi, sorride, mi piace, mi fermo a parlare con lei. Dolores, questo è il suo nome d'arte, è una "draculina", ha 21 anni e un fisico da modella in miniatura, una bella bambolina insomma. Ed in più scopro che è molto simpatica e affabile, scatta immediatamente il feeling a 360° e penso che se è brava anche a trombare scalerà la mia personale top ten all'istante, quindi poco dopo me la porto su, ancora si trovano camere libere e ci accomodiamo. Mi do una rinfrescata e intanto lei tira fuori l'i-phone e mette su una song, "Blurred Lines" per l'esattezza(scelta azzeccatissima non so se la conoscete),  poi si appecora sul letto scuotendo il culetto a tempo di musica, poi mi avvicino e senza troppi convenevoli me lo prende in bocca mentre rimane con quel culetto all'insù a carponi sul giaciglio. E' brava con la bocca, usa un pò troppo le manine ma risulta comunque molto piacevole. Poi mi sposto e mi metto in ginocchio sul letto e lei ricomincia la sua opera, poi con mia tremenda gioia inizia a farlo sparire quasi tutto in bocca facendomi venire i brividi da tanto godere. Mi guarda con quel bel visino da maiala e ad ogni affondo produce un laghetto di saliva e la cosa mi eccita oltremodo, quindi per non capitolare all'istante la invito a "sellare il destriero" e cavalcarmi, si spalma un po' di lubrificante sulla topa, non gradisco ma glielo concedo, infatti appena se lo infila dentro sento che è molto stretta(ed io non son certo rocco siffredi), ma per fortuna si muove lentamente, sembra quasi voler giocare col cazzo, e ci riesce bene. Ancora una volta decido che passerò un'ora con lei, visto che ho intenzione di sfruttare il suo corpicino agile e maneggevole per farmi un bel ripasso del buon vecchio kamasutraBocca danarosa. E non starò a descrivere tutti i dettagli adesso, dico solo che quello che mi passava per la mente l'abbiamo fatto(e non sembrava affatto dispiaciuta), tanto che alla fine ero esausto, mi son disteso e l'ho lasciata eliminarmi definitivamente con l'aiuto della sua abile bocca e di quelle piccole sapienti mani che m'hanno portato all'esplosione con tanto di "urlo di Tarzan" da parte mia che solitamente son piuttosto silenzioso in certi frangenti. Vedo le stelline, ringrazio, se la ride, la bacio e poi muoio per cinque minuti mentre lei provvede a lavarsi e ricomporsi. Scendo le scale con una mano incollata alle sue chiappette di marmo e il suo braccio intorno alla vita e noto che l'arena adesso è piena, pareggio il conto di 140 e dopo una lunga doccia bollente mi concedo l'ennesimo caffè. Poi sfruttando il poco sole che adesso appare timidamente tra le nuvole, me ne vado fuori a fumare una sigaretta in pace col mondo in compagnia dei pochi "orsi" presenti all'esterno, mi guardo divertito i tuffi in piscina di tre di loro(maledetti folli!!!Risatona) e poi torno dentro a riposare, in attesa che sia servita la cena visto che con tutta questa attività fisica avrei anche una discreta fame...

Note:

LIDIA: 25 anni, rumena, mora, stile ragazza dela porta accanto, simpatica, ottimo pompa, bella pecora 140€(70+70) per un'ora.

DOLORES: 21 anni, rumena, "bionda", bel visino, fisico minuto ma perfetto, culetto di marmo, instancabile bambolina da sesso, simpatica e intelligente. Entrata a pieno titolo nella mia personale TopTen. 140€(70+70) per un'ora.

 

FINE PARTE 2...

"ESEGUI IL LOGIN O REGISTRATI PER INVIARE UN COMMENTO"

In questo sito utilizziamo i cookie per monitorare i dati di navigazione degli utenti. Continuando la navigazione, dichiari di essere consapevole ed accetti l'utilizzo dei cookie.